• lunedì, 3 Ottobre 2022

Serie A, svolta storica: ok ai Fondi, una media company per i diritti tv

DiMariano Boero

10 Settembre 2020

Svolta storica per la Lega Serie A. I 20 club della massima serie all’unanimità hanno dato il via libera alla creazione di una media company, con conseguente ingresso dei fondi di private equity nella nuova società che verrà creata per la gestione dei diritti tv e commerciali. Ancora nessuna decisione invece su quale sarà il partner prescelto. In corsa la cordata composta da Cvc, Advent e Fsi, che ha offerto 1,625 miliardi per il 10%, e quella Bain-Nb Renaissance (1,35 miliardi sempre per il 10%, ma entrambi i gruppi offrono il minimo garantito da 1,5 miliardi a stagione). Le società hanno deciso di approfondire entrambe le proposte per scegliere quella considerata più vantaggiosa in una prossima assemblea che sarà convocata entro la fine di settembre.

«Abbiamo approvato la costituzione di una media company in partnership con un fondo, al verificarsi di una serie di condizioni da certificare al 100%. Se siamo a questo punto è perché abbiamo già fatto tanto lavoro. Abbiamo limitato l’analisi a chi seriamente per mesi ha lavorato a questo progetto – ha spiegato il presidente della Lega di serie A Paolo Dal Pino – Con i fondi approfondiremo il piano industriale nei prossimi giorni. Ci saranno una serie di riunioni e comitati tecnici, ma sarà una cosa molto rapida. Si tratta di una sfida colossale per il calcio italiano da intraprendere perché nel frattempo è cambiato il mercato tecnologico».

La new company avrà una governance con un amministratore delegato che verrà indicato dal fondo prescelto e come presidente un esponente della Lega, probabilmente lo stesso Dal Pino. L’obiettivo dichiarato è aumentare in maniera significativa gli introiti dalla cessione dei diritti tv, in modo da essere più competitivi nei confronti delle leghe straniere, inglese e spagnole su tutte, che possono contare su risorse quasi triple rispetto a quella italiane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *