Abi: al via la prima edizione tutta digitale del Salone dei Pagamenti

Al via la prima edizione tutta digitale del Salone dei Pagamenti. Da oggi fino a venerdì 6 novembre, Istituzioni italiane ed europee, banche, operatori del mercato, imprese, aziende tecnologiche, fintech, startup e incubatori fanno il punto su tutte le novità, le tendenze in atto e le prospettive future del mercato dei pagamenti. Dai bonifici istantanei all’euro digitale, passando per open banking e servizi sempre più evoluti grazie a biometria, blockchain e Big Data, senza dimenticare la Strategia per i pagamenti al dettaglio della Commissione europea, i nuovi standard e la regolamentazione a un passo dalla piena attuazione dell’autenticazione forte del cliente prevista dalla Direttiva europea PSD2.

Grazie a una piattaforma digitale, evoluta e multicanale, tutti i protagonisti del settore dei pagamenti potranno confrontarsi nelle numerose sessioni di dibattito e nei workshop di approfondimento in cui si articola l’evento promosso da Abi e organizzato da ABIeventi. E visitare gli spazi virtuali, realizzati ad hoc per ricreare l’esperienza immersiva dell’area espositiva del Salone, con stand virtuali da esplorare liberamente attraverso una mappa 3D navigabile.

A dare l’avvio ai lavori dell’edizione di quest’anno, il Presidente dell’Abi, Antonio Patuelli e il membro del Comitato esecutivo della Bce, Fabio Panetta, che  questa mattina partecipano alla tavola rotonda di apertura insieme ad alcuni dei principali player del mercato dei pagamenti.

“La pandemia – ha detto il Presidente Patuelli – sta modificando profondamente la vita di tutti noi. Sul fronte dei pagamenti, accelera la trasformazione culturale e il cambiamento delle abitudini degli italiani, favorendo l’utilizzo di carte e strumenti digitali più evoluti, come il contactless e i pagamenti tramite smartphone. Il settore dei pagamenti è uno dei più innovativi dal punto di vista delle tecnologie applicate agli strumenti e ai servizi messi a disposizione di cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione e anche in questa difficile congiuntura gioca un importante ruolo di catalizzatore, contribuendo alla digitalizzazione del Paese”.

L’edizione 2020 del Salone: “Il futuro è nei nostri geni”

Anche quest’anno il Salone approfondisce diversi filoni tematici sviluppati attraverso 37 sessioni di dibattito, 22 workshop e oltre 200 relatori per più di 70 ore di interventi. Le aree tematiche di quest’edizione – che grazie alla facilità di utilizzo della piattaforma digitale, consentono di personalizzare l’esperienza di fruizione dell’evento – sono nove: “Il futuro dei pagamenti globali”, “Il negozio del domani”, “E-commerce ed ecosystems”, “Open Banking”, “Verso una società digitale”, “Digital Life e nuove generazioni”, “La nuova frontiera Tech”, “Cyber-Security”,”Fintech”.

Protagonisti delle diverse sessioni di lavoro tutti gli attori coinvolti nel processo di pagamento: non solo banche, Autorità e operatori del mercato, quindi, ma anche fornitori di tecnologia e Fintech; gestori delle reti telefoniche; Istituzioni e PA; piccole, grandi e microimprese; professionisti e partite IVA; grandi catene del commercio e della distribuzione; cittadini e famiglie; scuole, insegnanti e università.

Il programma completo e tutte le informazioni utili sul convegno sono disponibili sul sito www.salonedeipagamenti.com