Elezioni USA: il commento a caldo di Toby Nangle, Global Head of Asset Allocation at Columbia Threadneedle Investments, e Nicolas Janvier, Head of US equities, EMEA at Columbia Threadneedle Investments

“Con i conteggi ancora aperti, le elezioni presidenziali possono considerarsi ancora in corso ed è una situazione che potrebbero protrarsi per alcuni giorni. Avere una eccessiva fiducia nel prevedere cosa possa significare questa elezione per i mercati nel medio termine comporta un serio rischio. Al momento, i conteggi dei voti nelle principali corse al Senato sono coerenti con l’assenza di un controllo democratico generale, anche nel caso in cui Biden vinca la presidenza. Perciò, l’abolizione dell’ostruzionismo, temuta dagli investitori tecnologici che temevano la prospettiva di un irrigidimento normativo, sembra meno probabile. La prospettiva di un pacchetto fiscale molto sostanzioso che dia impulso al PIL nominale – aumentando la domanda di beni e servizi, attenuando i timori deflazionistici e spingendo i rendimenti obbligazionari verso l’alto – appare più bassa con un Congresso diviso. Di conseguenza, le reazioni iniziali del mercato che hanno visto i rendimenti obbligazionari diminuire e le azioni quality growth mantenere la propria leadership, sembrano ragionevoli”. Toby Nangle, Global Head of Asset Allocation at Columbia Threadneedle Investments.

“Tradizionalmente, la mattina dopo le elezioni negli Stati Uniti, abbiamo un’immagine relativamente chiara di chi saranno i vincitori. Non è così stamattina, perché non abbiamo ancora i risultati completi per determinare chi saranno il Presidente e i Vicepresidenti eletti. Anche se questa non è certo la situazione ideale, non si tratta di un episodio senza precedenti e non ci sorprenderebbe un potenziale picco di volatilità del mercato durante il conteggio dei voti. Tuttavia, gli investitori dovrebbero trarre conforto dal fatto che gli Stati Uniti hanno delle tutele costituzionali per far fronte a risultati inconcludenti. È importante notare che è in atto un processo consolidato e che avremo un Presidente il 20 gennaio 2021, il giorno dell’inaugurazione. La storia ci dice anche che i cambiamenti nelle amministrazioni presidenziali raramente portano a cambiamenti materiali fondamentali per l’economia statunitense. La nostra attenzione rimane quindi concentrata sui fondamenti delle società in cui investiamo”. Nicolas Janvier, Head of US equities, EMEA at Columbia Threadneedle Investments.