• martedì, 4 Ottobre 2022

Fondi pensionistici: la scommessa è nel futuro. «Ci rivolgeremo agli studenti» la strategia di Agazzi, Direttore Fondo Cometa

DiRedazione

11 Novembre 2020

Attività pensionistica e nuove generazioni vanno a braccetto. «Ci rivolgeremo alle scuole, contatteremo gli studenti degli istituti professionali, un bacino naturale, per informarli fin dal loro ultimo anno dell’importanza dell’ingresso nel mondo del lavoro e come Fondo Cometa possa essere uno strumento utile diverso soprattutto per questi giovani che hanno davanti molti anni di attività lavorativa», afferma Maurizio Agazzi, direttore del fondo pensionistico con oltre 440.000 aderenti e oltre 20 anni di attività. «Abbiamo investito molto nella digitalizzazione fornendo un portale attraverso il quale monitorare la propria posizione e formulare richieste. Nel tempo questa possibilità si è ampliata, ancora prima della pandemia, inserendo anche la possibilità di richiedere alcune prestazioni, effettuare il cambio di comparto, la designazione beneficiaria, con particolare attenzione alle procedure di sicurezza».

Quanto è determinante stare al passo con la tecnologia?

«In questo momento così particolare crediamo fortemente nel binomio tecnologia e informatica, un doppio binario che se applicato consente di essere reattivi ed efficaci. Lo scorso anno abbiamo predisposto anche una app sia informativa che dispositiva con una forte risposta: oltre 70mila nostri partecipanti l’hanno scaricata preferendola al sito istituzionale. A questi numeri aggiungiamo che abbiamo 300.000 mail registrate dei nostri aderenti».

Covid-19 e risparmi: la ripresa continua?

«Dal punto di vista finanziario, il Fondo sta proseguendo la sua attività di attenta amministrazione delle risorse degli iscritti, monitorando i mercati e relazionandosi con i gestori finanziari con l’obiettivo di contenere la volatilità, cogliere le opportunità della ripresa e realizzare gli obiettivi previdenziali delle diverse linee di investimento».

Con un decreto ministeriale Cometa subentra a FondInps

«Sì FondInps è chiuso a nuove adesioni e in Cometa confluiscono le quote di TFR maturando dei nuovi iscritti taciti. In più, in questo momento stiamo lavorando all’iter e al piano di attività per il passaggio, nelle modalità opportune, delle posizioni individuali dei lavoratori che già erano iscritti a FondInps, circa 30.000. Un’operazione che acquista un significato ancora più centrale in un anno complesso come questo 2020. È importante non lasciarsi influenzare dagli scenari di breve periodo e tenere sempre presente la finalità di lungo termine dell’investimento previdenziale che è specificatamente orientato a costruire, negli anni, una rendita di cui poter godere all’uscita dal mondo del lavoro».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *