• lunedì, 3 Ottobre 2022

Rubrica delle operazioni
15 novembre 2020

DiRedazione

14 Novembre 2020

IT0005278210 – 06/11/2020-30/11/2020 – WARRANT AMBROMOBILIARE:
la Società ha comunicato che il 9 novembre ha proceduto all’assegnazione gratuita di massimi complessivi n. 3.321.757 nuovi warrant denominati “Warrant Ambromobiliare 2020 – 2023″(codice ISIN: IT0005425092) da assegnare per (i) massimi n. 2.721.757 Warrant gratuitamente agli azionisti dell’Emittente e (iii) per massimi n. 600.000 Warrant a favore di personale dipendente, amministratori e collaboratori della Società, individuati a cura del CdA.
I nuovi Warrant sono stati immessi nel sistema di gestione accentrata presso Monte Titoli S.p.A. in regime di dematerializzazione e daranno diritto di sottoscrivere n. 1 (una) azione di compendio della Società per ogni n. 1 nuovo Warrant esercitato al prezzo di esercizio pari a euro 3 per ciascuno dei seguenti periodo di esercizio:

  • primo periodo di esercizio: ricompreso tra il 1° ottobre 2021 e il 29 ottobre 2021;
  • secondo periodo di esercizio: ricompreso tra il 3 ottobre 2022 e il 28 ottobre 2022;
  • terzo periodo di esercizio: ricompreso tra il 2 ottobre 2023 e il 31 ottobre 2023.
    Disposizioni di Borsa Italiana
    A)Ammissione alle negoziazioni dei “Warrant Ambromobiliare 2020-2023” emessi da Ambromobiliare S.p.A..
    I “Warrant Ambromobiliare 2020-2023” emessi da Ambromobiliare S.p.A. sono stati ammessi alle negoziazioni sul mercato AIM Italia dal 5 novembre 2020.
    B) Assegnazione gratuita dei “Warrant Ambromobiliare 2020-2023”.
    Caratteristiche dell’assegnazione gratuita:
    Data stacco del diritto di assegnazione (non negoziabile): 9/11/2020 – Rapporto di assegnazione: n. 1 Warrant per ogni n. 1 azione ordinaria posseduta – Cedola rappresentativa del diritto di assegnazione: n. 3.
    C) Inizio delle negoziazioni dei “Warrant Ambromobiliare 2020-2023”.
    Dal giorno 9 novembre 2020 i warrant WARR AMBROMOBILIARE 2020-2023 sono negoziati su AIM Italia.
    Caratteristiche dei warrant
    Rapporto di esercizio: sottoscrizione di n. 1 nuova azione ordinaria ogni n. 1 Warrant presentato per l’esercizio.
    Periodi di esercizio: Primo Periodo di Esercizio: 1-29 ottobre 2021;
    Secondo Periodo di Esercizio: 3-28 ottobre 2022;
    Terzo Periodo di Esercizio: 2-31 ottobre 2023.
    Prezzo di esercizio: euro 3,00.

IT0001347308 – BUZZI UNICEM: la Società il 4 novembre 2020 ha comunicato la convocazione, ai sensi dell’art. 146, comma 1, lett. b), del D.lgs. 58/1998, dell’assemblea speciale degli azionisti di risparmio per il giorno 19 novembre 2020, in unica convocazione, per deliberare in merito all’approvazione delle deliberazioni dell’assemblea straordinaria degli azionisti concernenti la conversione obbligatoria delle azioni di risparmio in azioni ordinarie e contestuale eliminazione in statuto dell’indicazione del valore nominale unitario delle azioni di Buzzi Unicem SpA e le conseguenti modifiche statutarie.
L’eventuale approvazione della conversione obbligatoria delle azioni di risparmio in azioni ordinarie legittimerà l’esercizio del diritto di recesso in capo agli azionisti di risparmio della società che non abbiano concorso all’adozione della relativa delibera.
Tali azionisti potranno esercitare il diritto di recesso entro quindici giorni dalla data dell’iscrizione della delibera dell’assemblea presso il competente Registro delle Imprese.
Il valore di liquidazione delle azioni di risparmio in relazione alle quali dovesse essere esercitato dagli azionisti di tale categoria a ciò legittimati il diritto di recesso di cui all’art. 2437, comma 1, lett. g), cod. civ., è stato determinato in euro 10,778 per ciascuna azione di risparmio.

IT0005083727 – CALEIDO GROUP:
il 28 ottobre 2020 la Società ha comunicato che è stata richiesta a Borsa Italiana S.p.A., come disposto dall’art. 41 del Regolamento Emittenti AIM Italia, la Revoca dalle negoziazioni presso AIM Italia, sistema multilaterale organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. delle azioni ordinarie della Società.
Tale richiesta è condizionata all’approvazione da parte dell’assemblea ordinaria (convocata per il 7 dicembre 2020, in prima convocazione e per il 9 dicembre 2020 in seconda convocazione). Ferma restando quanto precede la Revoca ricorrerà dal 9 dicembre 2020 e potrà essere efficace solo dopo che saranno trascorsi almeno 5 giorni di mercato aperto dal momento in cui (i) sia stata ottenuta l’approvazione con la percentuale richiesta. Successivamente alla Revoca le azioni emesse dalla Società non saranno negoziate su alcun mercato regolamentato o sistema multilaterale di negoziazione italiano ed europeo ma potranno essere comunque compravendute.


IT0000060886 – FNM:
il 3 novembre 2020 la Società ha comunicato la sottoscrizione di un contratto di compravendita con Regione Lombardia, che disciplina i termini e le condizioni di un’operazione finalizzata alla creazione di una holding strategica nel settore delle infrastrutture in Lombardia.
L’operazione prevede l’acquisto da parte di FNM dell’intera partecipazione, pari all’82,4% del capitale sociale, in Milano Serravalle – Milano Tangenziali S.p.A. (MISE) detenuta da Regione Lombardia, per un corrispettivo complessivo di 519,2 milioni di euro. Regione Lombardia ha assunto l’impegno a sottoscrivere e liberare, contestualmente all’esecuzione del contratto di compravendita della partecipazione in MISE, le azioni di Autostrada Pedemontana Lombarda S.p.A. (APL), rivenienti dall’aumento di capitale a pagamento, in via inscindibile, per nominali 350 milioni di euro, deliberato in data 28 febbraio 2020 dall’assemblea degli azionisti di APL eventualmente rimaste inoptate.
L’operazione potrà essere perfezionata entro i primi mesi del 2021 subordinatamente all’avveramento delle condizioni sospensive previste dal contratto.

IT0003506190 – ATLANTIA:
il 30 ottobre 2020 la Società ha comunicato che si è tenuta l’Assemblea Ordinaria e Straordinaria dei Soci di Atlantia S.p.A., in considerazione delle previsioni normative emanate per il contenimento del contagio da COVID-19, l’intervento dei Soci in Assemblea ha avuto luogo esclusivamente tramite il Rappresentante Designato.
L’Assemblea dei Soci ha deliberato di revocare la delibera adottata dall’assemblea straordinaria degli azionisti in data 8 agosto 2013, sub punto 3, recante l’approvazione dell’aumento del capitale sociale di Atlantia S.p.A., destinato irrevocabilmente al servizio dei Diritti di Assegnazione Condizionati, per un ammontare nominale massimo di euro 18.455.815,00 mediante l’emissione di massime n. 18.455.815 azioni ordinarie Atlantia con valore nominale pari a euro 1,00 per azione (Azione di Compendio) e per l’effetto, di liberare integralmente la riserva statutaria “Riserva vincolata per Diritti di Assegnazione Condizionati”, costituita in forza della medesima delibera assembleare dell’8 agosto 2013 come riserva indisponibile e non distribuibile a patrimonio netto, formata da un ammontare corrispondente al valore nominale del numero massimo di Azioni di Compendio da emettersi al servizio dei Diritti di Assegnazione Condizionati.
La Società provvederà alla costituzione di un deposito vincolato di valore pari all’importo massimo teoricamente spettante ai Diritti di Assegnazione attualmente in circolazione calcolato in base al prezzo ufficiale di Borsa delle azioni Atlantia alla data di costituzione del deposito, tenuto conto dell’aggiustamento dei dividendi corrisposti da Atlantia alla data di assegnazione dei Diritti di Assegnazione. Atlantia adeguerà la somma depositata in aumento o in diminuzione in base al prezzo ufficiale di Borsa delle azioni Atlantia e tenendo conto di eventuali variazioni nel frattempo occorse al valore di aggiustamento dei dividendi, fornendo opportuna comunicazione in occasione dell’approvazione delle informazioni finanziarie periodiche. La riserva statutaria sarà pertanto rimessa nella disponibilità della Società e allocata nella riserva straordinaria tra le riserve disponibili. Restano invariate tutte le previsioni del Regolamento dei DAC ivi comprese le modalità di determinazione dell’importo da corrispondere ai portatori dei Diritti di Assegnazione Condizionati.
L’Assemblea dei Soci ha deliberato di modificare gli articoli 6, 20, 32 e 23 dello Statuto per prevedere: (i) l’eliminazione dallo Statuto Sociale dell’indicazione del valore nominale unitario espresso delle azioni; (ii) l’adeguamento dello Statuto Sociale alla disciplina sulle quote di genere negli organi di amministrazione e di controllo delle società quotate; e (iii) la modifica dello Statuto Sociale in merito alle modalità per la convocazione del Consiglio di Amministrazione.
A seguito della delibera assunta dal CdA il 28.10.2020, il punto 3) all’ordine del giorno della parte straordinaria dell’Assemblea, avente ad oggetto l’approvazione del progetto di scissione parziale proporzionale di Atlantia S.p.A. in favore della società interamente posseduta Autostrade Concessioni e Costruzioni S.p.A., è stato rinviato e verrà trattato in una nuova Assemblea che si terrà non oltre il 15 gennaio 2021.

IT0000066123 – BPER BANCA:
il 27 ottobre 2020 la Società ha comunicato che in riferimento dell’offerta sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. (MTA), sono stati venduti, nel corso della prima seduta tenutasi il 27 ottobre, tutti i n. 4.399.675 diritti di opzione non esercitati al termine del periodo di opzione (Diritti Inoptati), relativi alla sottoscrizione di n. 7.039.480 azioni ordinarie BPER di nuova emissione, corrispondenti allo 0,79% del totale delle Nuove Azioni rivenienti dall’aumento di capitale a pagamento, in via scindibile, per un importo massimo comprensivo di sovrapprezzo di euro 802.258.257,60, deliberato dal CdA della Società in data 29 settembre 2020, in esecuzione della delega allo stesso attribuita ai sensi dell’art. 2443 cod. civ.
dall’Assemblea Straordinaria del 22 aprile 2020.
L’esercizio dei Diritti Inoptati acquistati nell’ambito dell’offerta sul MTA e, conseguentemente, la sottoscrizione delle relative Nuove Azioni dovranno essere effettuati, a pena di decadenza, entro e non oltre il 28 ottobre 2020.
I Diritti Inoptati saranno messi a disposizione degli acquirenti tramite gli intermediari autorizzati aderenti al sistema di gestione accentrata di Monte Titoli S.p.A. e potranno essere utilizzati per la sottoscrizione delle Nuove Azioni al prezzo di euro 0,90 per Nuova Azione (di cui euro 0,30 a titolo di sovrapprezzo), nel rapporto di n. 8 Nuove Azioni ogni n. 5 Diritti Inoptati acquistati.

IT0000076502 – DANIELI:
il 28 ottobre 2020 la Società ha comunicato che si sono tenute, in unica convocazione, l’assemblea dei soci, sia in sede ordinaria che straordinaria, e l’assemblea speciale dei possessori di azioni di risparmio di Danieli & C. Officine Meccaniche S.p.A. che ha deliberato sui seguenti punti all’ordine del giorno:

  • Approvazione del bilancio d’esercizio della Società al 30 giugno 2020 e distribuzione di dividendo
  • Nomina di un amministratore
  • Rinnovo dell’autorizzazione all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie
  • Approvazione di distribuzione di un dividendo straordinario pari ad euro 1,20 per ogni azioni ordinaria e per ogni azione di risparmio
  • Approvazione della modifica degli articoli 6 e 28 dello Statuto sociale
  • Approvazione dell’eliminazione del valore nominale unitario delle azioni ordinarie e di risparmio
  • Conversione obbligatoria delle azioni di risparmio in azioni ordinarie in base ad un rapporto di conversione pari a n. 0,65 azioni ordinarie Danieli per ogni azione di risparmio: approvazione da parte dell’assemblea straordinaria dei soci e mancata approvazione da parte dell’assemblea speciale degli azionisti di risparmio.
    In particolare l’Assemblea dei Soci ha approvato il bilancio d’esercizio di Danieli al 30 giugno 2020 che presenta una perdita per euro 2,8 Milioni. Il patrimonio netto di Danieli al 30 giugno 2020 ammonta a euro 824 Milioni.
    L’Assemblea dei Soci ha inoltre esaminato il bilancio consolidato alla stessa data che presenta un utile netto di 62,9 Milioni e un patrimonio netto consolidato pari a euro 1.936,6 Milioni e ha approvato la distribuzione di dividendo pari a euro 0,1400 per ogni azione ordinaria ed euro 0,1607 per ogni azione di risparmio.
    Tale dividendo verrà messo in pagamento – al netto delle azioni proprie che risulteranno in portafoglio alla “record date” di seguito indicata e al lordo delle eventuali ritenute di legge – a decorrere dal 25 novembre 2020, previo stacco della cedola n. 42 in data 23 novembre 2020, e con “record date” il 24 novembre 2020.

IT0004942915 – GEQUITY:
il 3 novembre 2020 la Società ha comunicato che gli Amministratori Unici delle società controllate HRD Business Training S.r.l (HRD BT e HRD Net S.r.l.) hanno approvato il progetto di fusione per incorporazione di HRD BT in HRD Net.

IT0001078911 – INTERPUMP GROUP:
il 2 novembre 2020 la Società ha comunicato che l’1 novembre 2020 si è concluso l’iter relativo all’efficacia della fusione per incorporazione della società Mariotti & Pecini S.r.l., società detenuta la 100%, in Interpump Group S.p.A.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *