• martedì, 4 Ottobre 2022

Vietnam: «Il Pil sale del 5%: terra di opportunità per le nostre aziende», dice Ivan Pitto

DiMatteo Vittorio Martinasso

10 Dicembre 2020

Filo diretto tra il Vietnam e la Liguria. Un Paese, quello del sud est asiatico, in crescita che può contare su un +5% di PIL annuo e una previsione del +7,9% di vendite italiane entro il 2021.

Che cosa c’è di utile in Vietnam per l’economia ligure e in senso più ampio per quella italiana?

«In quel territorio è molto sviluppato il mercato dell’edilizia e anche quello agroalimentare, soprattutto legato alla produzione dell’olio», spiega Ivan Pitto, presidente di Liguria International e promotore del convegno Vietnam Country Presentation, incontro tra Vietnam e Liguria organizzato dal Desk Liguria di ICHAM Massimiliano Margarone venerdì 11 dicembre dalle ore 10.30 alle 12.00 (la diretta sul nostro sito e sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/ilBollettino)

«C’è un ampio ventaglio di opportunità per le nostre aziende in Vietnam. Chi ha interesse a incentivare la propria internazionalizzazione, perché magari sino a oggi ha esteso la sua attività solo in Europa, e vuole espandersi in Vietnam, potrà avere le idee più chiare grazie al contributo della Camera di Commercio e delle persone che già lavorano sul territorio e che – insieme a noi – forniscono i consigli giusti sui settori più interessanti nei quali investire».

Quale tipo di aziende è più interessato a espandersi verso il Paese asiatico?

«Lavoriamo principalmente con le piccole realtà, sotto i 50 dipendenti, che magari non sono mai andate oltre i confini italiani e vogliono estendere la propria attività in paesi lontani. Si confrontano con noi, che cerchiamo di creare i contatti giusti, spiegando le strategie lavorative, in modo che possano avere un valido aiuto per vendere anche al di fuori del territorio nazionale. In un momento come questo è fondamentale dare una mano alle nostre aziende per consentire loro di operare anche sui mercati esteri».

Quali saranno i prossimi appuntamenti per far conoscere nuovi mercati esteri con cui la regione Liguria potrà collaborare?      

«Vorremmo poter tornare a organizzare convegni in presenza e speriamo di poter ricominciare a farlo nei mesi di marzo e aprile con due nuovi eventi che saranno dedicati alla Slovenia e alla Svizzera».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *