Acquisti: soffre il fashion e vince l’elettronica. Santoro, Stocard: «In Italia in 8,5 milioni utilizzano il portafoglio virtuale»

Gli spostamenti limitati legati alla pandemia ricadono sulla Grande Distribuzione Organizzata. Molte attività soffrono e altre, nonostante l’emergenza sanitaria, rimangono a galla: in stand by il settore della moda, ma non informatica, elettrodomestici e telefonia. «Abbiamo registrato un buon incremento nei negozi di elettronica – spiega Valeria Santoro, country manager di Stocard Italia, l’applicazione che permette di portare tutte le carte fedeltà dentro il nostro Smartphone e che nella versione “Pay” consente di fare acquisti e pagamenti attraverso una Mastercard virtuale – idem per quelli per animali, per l’infanzia e per la pulizia della casa. Chi ha patito di più è il settore del fashion, seppur gli ultimi dati mostrino una lenta ripresa». Difficile fare previsioni su questo Natale atipico, laddove anche il boom registrato con l’apertura dei negozi in Lombardia e Piemonte è stato un picco molto ristretto, e che potrebbe non ripetersi. «La gente è meno invogliata a recarsi fisicamente in negozio e predilige gli acquisti on line. In quest’ottica poter andare incontro ai consumatori, inviando loro cataloghi digitali e sconti con Stocard acquisisce un valore aggiunto. Oggi la customer experience è profondamente cambiata e i retailer sono sempre più vicini alle esigenze dei propri clienti. La nostra missione è quella di virtualizzare completamente il portafoglio fisico. Siamo partiti dalla loyalty, già consapevoli di voler digitalizzare anche il pagamento, offrendo servizi semplici come abbiamo sempre fatto finora. Il portafoglio digitale è attivo anche in Francia, Germania e Paesi Bassi, ma è in Italia che ha maggior successo con 8,5 milioni di utilizzatori».

L’Italia come si posiziona nell’utilizzo degli strumenti di pagamento online?

«In una recente lista stilata dalla Banca Centrale Europea ci siamo posizionati al 24° posto su 27, peggio di noi solo la Germania, la Romania e la Bulgaria. Tuttavia durante il lockdown si è registrato una crescita a doppia cifra dell’e-commerce con un conseguente aumento delle transazioni online. Nei prossimi mesi avremo un ulteriore incremento».

Quale il futuro del mondo creditizio?

«Sicuramente sempre più digitale. Oggi siamo in grado di gestire completamente i nostri conti, le nostre transazioni da remoto, attraverso varie applicazioni. Lo stesso mondo bancario sta cambiando andando incontro a queste nuove possibilità. Inoltre possiamo aspettarci una sempre maggior interazione tra i social e gli strumenti di pagamento».

Gli italiani torneranno a fare shopping nei negozi fisici?

«I consumatori fanno spese più oculate, tendono ad andare a colpo sicuro, sia nei negozi di fiducia sia nella GDO. Non è da escludere che appena la situazione sarà più serena la gente avrà nuovamente piacere a spendere nei negozi».

Stocard: chi la utilizza di più tra uomini e donne?

«L’idea originaria era quella di corrispondere ad un’esigenza maschile, di avere più carte in meno spazio, e invece oggi ci ritroviamo che il 46% sono uomini, il 54% donne che ne hanno apprezzato subito la comodità e poi perché più inclini ad accumulare punti fedeltà. La fascia di età degli utenti va dai 18 ai 45 anni, tra i millennials e gli X generation».

Perché piace?

«È una soluzione che rende totalmente virtuale il borsellino degli italiani, semplificando la loro esperienza di acquisto: dalla carta fedeltà al pagamento, tutto è in una sola applicazione». 

Tecnicamente come funziona?

«Basta scannerizzare tutte le carte fedeltà e aggiungerle all’app: è molto semplice e gratuito. A ciò si aggiunge anche Stocard Pay, una Mastercard virtuale con cui procedere ad acquisti e pagamenti veloci e sicuri. La registrazione richiede solo un minuto ed è interamente digitale, senza bisogno di trasmettere documenti cartacei. Gli utenti potranno trasferire denaro sul proprio account Stocard anche tramite Iban, oltre che con tutte le carte di credito e debito più diffuse. Oltre ai pagamenti mobile nei punti vendita, Stocard Pay consente di effettuare transazioni online e pagamenti in tutto il mondo in qualsiasi valuta, con un notevole risparmio sulle commissioni di cambio».

Come si ricarica?

«Se attivata la funzione di autoricarica, l’account di Stocard si ricaricherà automaticamente una volta raggiunta la certa soglia di credito prescelta. Gli utenti Android avranno accesso alla carta virtuale direttamente dall’app di Stocard. Per i dispositivi iOS, è compatibile con Apple Pay».