Convocazione Assemblea Straordinaria per l’approvazione del progetto di modifiche statutarie

Si comunica che il Consiglio di Amministrazione di BPER Banca S.p.A. (di seguito “BPER”), riunitosi in data odierna, ha deliberato di convocare per il giorno 29 gennaio 2021 in unica convocazione l’Assemblea Straordinaria dei Soci per deliberare sulla proposta di riforma statutaria concernente, essenzialmente, le nuove modalità di nomina del Consiglio di Amministrazione.

Le modifiche, autorizzate dalla Banca Centrale Europea, sono volte principalmente ad allineare le regole di composizione del Consiglio alla intervenuta trasformazione di BPER in società per azioni e alla successiva evoluzione degli assetti proprietari della Banca. In tale prospettiva, fermo il mantenimento di un numero fisso di Consiglieri pari a 15 (quindici), la proposta di riforma prevede:

  • l’adozione di un criterio di elezione del Consiglio di Amministrazione di natura proporzionale fondato sul metodo dei “quozienti”, con l’obiettivo di dare adeguata rappresentanza alle varie componenti della compagine sociale, incoraggiando la partecipazione delle minoranze azionarie e senza contemplare limiti al numero massimo di Consiglieri eleggibili da ciascuna lista;
  • una soglia di “accesso al riparto”, volta ad assicurare stabilità e coesione al funzionamento dell’organo amministrativo, in modo tale che, ferma l’esigenza di legge di assicurare alla prima lista di minoranza la possibilità di esprimere almeno un Amministratore, le altre liste di minoranza concorrano alla nomina del Consiglio solo qualora abbiano ottenuto voti almeno pari al 5% del capitale con diritto di voto;
  • l’introduzione di limiti al collegamento tra liste, rafforzati rispetto a quelli applicabili per legge, al fine di assicurare l’effettiva rappresentanza delle minoranze azionarie in seno all’organo di amministrazione e di impedire al tempo stesso che, per effetto del sistema proporzionale, liste di minoranza tra loro collegate si trovino a esprimere la maggioranza consiliare. 

La riforma proposta prevede, altresì, una deroga al sistema proporzionale appena descritto qualora la lista risultata prima per numero di voti, purché contenente un numero di candidati pari o superiore alla maggioranza dei consiglieri da eleggere, abbia ottenuto il voto favorevole di più della metà del capitale avente diritto di voto. In tal caso troverà infatti applicazione una regola analoga a quella prevista dallo statuto attuale di BPER con conseguente estrazione dalla prima lista di un numero di Consiglieri compreso tra dodici (12) e quattordici (14) e la possibilità per la seconda lista che non sia collegata in alcun modo alla prima di nominare da uno (1) a tre (3) Consiglieri,in ragione dell’entità del rapporto fra numero di voti da essa conseguiti e numero di voti conseguiti dalla prima lista.

In coerenza con la scelta di rimettere ai Soci le decisioni relative alla composizione del Consiglio di Amministrazione, si prevede infine l’eliminazione della facoltà del Consiglio di Amministrazione uscente di presentare una lista di candidati per l’elezione dell’organo amministrativo.

Ulteriori variazioni di minore rilievo riguardano, tra l’altro: l’eliminazione della figura del Presidente onorario; la modifica dell’assetto degli organi deputati all’azione esecutiva, rendendo facoltativa la nomina del Comitato Esecutivo e rimettendo pertanto al Consiglio di Amministrazione l’assunzione della determinazione circa l’istituzione di tale organo; la riduzione della composizione numerica del Collegio Sindacale, passando dall’attuale numero di 5 (cinque) Sindaci effettivi al numero di 3 (tre).

L’avviso di convocazione e la relazione illustrativa delle suddette modifiche statutarie saranno rese disponibili ai sensi della normativa vigente sul sito della Banca nei prescritti termini all’indirizzo www.bper.it – Sito Istituzionale > Governance > Assemblea dei Soci.