Rubrica delle operazioni
1 gennaio 2021

IT0005083727 – 14/12/2020-30/12/2020 – CALEIDO GROUP:
il 9 dicembre 2020 la Società ha comunicato che l’assemblea ordinaria dei soci di Caleido Group ha deliberato di revocare gli strumenti finanziari della Società dalle negoziazioni su AIM Italia; il provvedimento ha avuto efficacia dal 17 dicembre 2020.

Le azioni emesse dalla Società non sono negoziate su alcun mercato regolamentato o sistema multilaterale di negoziazione italiano ed europeo, e, in seguito alla Revoca dalle negoziazioni delle azioni della Società, le azioni potranno essere oggetto di transazione esclusivamente per via privata.

IT0005330516 – 14/12/2020-05/01/2021 – NOVA RE:
il 9 dicembre 2020 la Società, con riferimento all`offerta pubblica di acquisto obbligatoria promossa da CPI Property Group S.A. (Offerente), ai sensi degli artt. 102, 106 comma 1 e 109 del Decreto Legislativo n. 58 del 24 febbraio 1998, come successivamente modificato (TUF), avente ad oggetto la totalità delle azioni ordinarie di Nova RE SIIQ S.p.A. (Emittente) quotate sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. dedotte:

le n. 11.012.555 azioni di NOVA RE detenute direttamente dall`Offerente (pari al 50% più una azione del capitale sociale dell`Emittente), non ammesse a quotazione sul MTA e (b) le n. 38.205 azioni proprie dell`Emittente (pari allo 0,17% circa del relativo capitale sociale), comunicata al mercato in data 4 novembre 2020 (Offerta), l`Offerente rende noto che, il 9.12.2020 Consob, con delibera n. 21620 ha approvato il documento relativo all`Offerta.

Periodo di adesione. Ai sensi dell`articolo 40, comma 2, del Regolamento Consob 11971/1999, come successivamente modificato e integrato (“Regolamento Emittenti”), il periodo di adesione all`Offerta, concordato con Borsa Italiana S.p.A., ha avuto inizio il14 dicembre 2020 e terminerà l`8 gennaio 2021.

L`8 gennaio 2021 rappresenterà l`ultimo giorno utile per aderire all`Offerta, salvo proroghe (Periodo di Adesione).

Quale corrispettivo unitario per l`Offerta, l`Offerente riconoscerà agli azionisti di NOVA RE che porteranno in adesione all`Offerta le proprie azioni NOVA RE un corrispettivo in contanti pari a euro 2,36, il quale sarà pagato agli aderenti all`Offerta il quinto giorno di borsa aperta successivo alla chiusura del Periodo di Adesione e, quindi, il giorno 15 gennaio 2021 (salvo proroghe), a fronte del contestuale trasferimento del diritto di proprietà sulle azioni portate in adesione. In caso di totale adesione all`Offerta, l`esborso massimo complessivo, in caso di adesione totalitaria all`Offerta, sarà pertanto pari ad euro 25.899.463,64.

L`Offerta non è soggetta ad alcuna condizione di efficacia. In particolare, l`Offerta non è condizionata al raggiungimento di una soglia minima di adesioni ed è rivolta, a parità di condizioni, a tutti gli azionisti dell`Emittente titolari di azioni ordinarie dell`Emittente.

IT0001352217 – 14/12/2020-31/01/2021 – POLIGRAFICA SAN FAUSTINO:
il 4 dicembre 2020 con riferimento all’offerta pubblica di acquisto volontaria totalitaria (Offerta), promossa da Campi S.r.l. (Offerente), su azioni ordinarie di Poligrafica San Faustino S.p.A. (Emittente), l’Offerente ha trasmesso all’Emittente il documento di offerta.

Il periodo di adesione avrà inizio il giorno 7 dicembre 2020 e terminerà, salvo proroghe, il giorno 22 gennaio 2021. Il corrispettivo delle azioni portate in adesione sarà pagato agli aderenti all`Offerta il quinto giorno di borsa aperta successivo alla chiusura del periodo di adesione (29 gennaio 2021 data di Pagamento), a fronte del contestuale trasferimento della proprietà delle azioni. Qualora ricorrano i presupposti i termini per aderire all’Offerta saranno riaperti per un ulteriore periodo di cinque giorni di borsa aperta a decorrere dal giorno successivo alla Data di Pagamento, cioè per i giorni 1, 2, 3, 4 e 5 febbraio 2021 (la Riapertura dei Termini). Il corrispettivo delle azioni portate in adesione durante la Riapertura dei Termini sarà pagato, a fronte del contestuale trasferimento della proprietà delle azioni, il quinto giorno di borsa aperta successivo al termine della Riapertura dei Termini (12 febbraio 2021).

IT0003506190 – ATLANTIA: il 14 dicembre 2020 il CdA di Atlantia S.p.A., facendo seguito a quanto deliberato nelle sedute precedenti, ha approvato il progetto di scissione e ha convocato l`Assemblea Straordinaria degli Azionisti per il prossimo 15 gennaio 2021 per deliberare sulla scissione parziale e proporzionale in favore della beneficiaria Autostrade Concessioni e Costruzioni S.p.A., già costituita l`8 settembre 2020 ed interamente posseduta da Atlantia (Beneficiaria).

Deliberata scissione del 33% del capitale sociale di ASPI e conferimento del restante 55% in Autostrade Concessioni e Costruzioni da quotarsi in Borsa con la contestuale uscita di Atlantia dal suo capitale mediante cessione ad un nucleo stabile di azionisti da identificarsi entro il 31 marzo 2021.

La vendita dell`intera quota dell`88% (direttamente) o del 55% (indirettamente dopo la scissione e il conferimento) di ASPI, che assicura in entrambi i casi la cessione del controllo di diritto della società, e rivolta sia a Cassa Depositi e Prestiti che ad altri investitori istituzionali nazionali ed internazionali, in coerenza con la disponibilità e le modalità già manifestate al Governo italiano in data 14 luglio 2020, mediante un processo trasparente e di mercato e nel rispetto di tutti gli stakeholder di Atlantia e di ASPI.

Le suddette operazioni sono sottoposte ad alcune condizioni sospensive da realizzarsi al più tardi entro il 30 settembre 2021.

IT0005276602 – CAPITAL FOR PROGRESS: il 18 dicembre 2020 la Società ha comunicato che l’Assemblea in sede ordinaria di Capital For Progress Single Investment S.p.A. si è svolta, in seconda convocazione, e ha deliberato la proposta di revoca delle azioni della Società dalle negoziazioni sul mercato AIM Italia, pertanto il 30 dicembre è stato l’ultimo giorno di negoziazione delle azioni di CFPSI su AIM Italia.

Conseguentemente alla Revoca, le azioni emesse dalla Società non sono negoziate su alcun mercato regolamentato o sistema multilaterale di negoziazione e potranno essere oggetto di transazione esclusivamente per via privata.

Capital For Progress Single Investment S.p.A., la cui durata statutaria è limitata al 31 dicembre 2022, su base volontaria:

– manterrà la dematerializzazione delle azioni, senza modifica del codice ISIN, così da facilitare il trasferimento delle stesse;

– manterrà in funzione il sito internet www.capitalforprogress.it ove verranno tempestivamente pubblicate tutte le informazioni sociali;

– redigerà una relazione semestrale entro il 30 settembre di ogni anno;

– manterrà la revisione di bilancio da parte della società di revisione attuale.

IT0005378143 – PATTERN:
il 4 dicembre 2020 la Società ha comunicato che, l’Assemblea degli Azionisti ha deliberato in merito ai seguenti punti all’ordine del giorno:

sede ordinaria

1. Ha approvato la distribuzione di un dividendo, al lordo delle ritenute di legge, è pari a € 0,05 per azione, per un importo complessivo pari a € 685.769,20, con stacco cedola il 14 dicembre 2020, record date il 15 dicembre 2020 e data di pagamento il 16 dicembre 2020.

2. A seguire, come previsto al secondo punto all’ordine del giorno, ha deliberato l’autorizzazione di acquisto e disposizione di azioni proprie, nel puntuale rispetto della normativa europea e nazionale vigente e delle prassi di mercato ammesse di tempo in tempo vigenti, fino ad un massimo pari al 10% del capitale sociale e per il periodo di 18 mesi a far data dalla delibera assembleare. La disposizione delle azioni proprie è stata autorizzata senza limiti temporali.

sede straordinaria

1. Come previsto al primo punto all’ordine del giorno della parte straordinaria, l’Assemblea ha approvato l’aumento di capitale sociale in via inscindibile fino all’importo massimo di € 15 milioni, comprensivo di sovrapprezzo, da realizzarsi entro il 31 dicembre 2022, mediante conferimenti in natura, con esclusione del diritto di opzione.

Per questo, l’Assemblea ha chiesto di dare delega al Consiglio di Amministrazione per realizzare – nel caso nei prossimi 24 mesi si presentassero opportunità interessanti – operazioni straordinarie legate alla propria crescita attraverso conferimenti in natura.

2. L’Assemblea ha deliberato la modifica dell’articolo 9 dello statuto in merito alle modalità di pubblicazione dell’avviso di convocazione. In particolare, è stata approvata la modifica del paragrafo 9.2, al fine di prevedere la pubblicazione dell’avviso di convocazione delle assemblee sul sito Internet della Società.

3. Infine, è stata approvata la modifica degli articoli 7 (Offerte pubbliche di acquisto), 9 (limitatamente al paragrafo 9.5), 10 (limitatamente al paragrafo 10.2) e 12 (Collegio sindacale) dello statuto per adeguamento al Regolamento del Mercato AIM Italia a seguito delle modifiche di cui all’Avviso n. 17857 di Borsa Italiana.

IT0001073045 – BANCA PROFILO: il 17 dicembre 2020 la Società in ottemperanza alle raccomandazioni del 15.12.2020 della Banca Centrale Europea e del 16.12.2020 della Banca d’Italia che hanno raccomandato alle banche di astenersi, fino al 30 settembre 2021, dal riconoscere o pagare dividendi o limitarne l’importo a non più del 15% degli utili cumulati del 2019-20 o di 20 punti base del coefficiente CET1 (in ogni caso il minore dei due), prolungando le analoghe iniziative collegate all’emergenza epidemiologica “Covid-19” già assunte dalle Autorità di Vigilanza a partire dal 27 marzo scorso e confermate in data 28 luglio 2020.

Il CdA di Banca Profilo preso atto delle recenti raccomandazioni rilasciate dalle Autorità di Vigilanza, ha deliberato di proporre alla prossima Assemblea degli Azionisti, che sarà convocata per l’approvazione del Bilancio al 31 dicembre 2020, la destinazione dell’utile netto dell’esercizio 2019, pari a 6.726.350 Euro, a riserve di utili.

In pieno rispetto delle indicazioni delle Autorità di Vigilanza tempo per tempo vigenti e dei relativi limiti quantitativi, si conferma in ogni caso l’intenzione della Banca di distribuire dividendi nel corso dell’esercizio 2021, secondo quanto verrà deliberato dall’Assemblea degli Azionisti in sede di approvazione del Bilancio al 31 dicembre 2020.

IT0005117848 – CLASS EDITORI: il 4 dicembre 2020 la Società ha comunicato che il CdA di Class Editori si è riunito per approvare Il Nuovo Piano Industriale.

Nel contesto macroeconomico del settore dell`editoria e della raccolta pubblicitaria conseguente alla persistenza della pandemia Covid iniziata nei primi mesi del 2020, il consiglio di Class Editori ha rivisto le ipotesi di sviluppo del precedente Piano Industriale 2018 sulla base delle seguenti linee guida:

1) programma di riduzione costi, che genererà risparmi su base annua per circa 7 milioni di euro rispetto al 2019;

2) riorganizzazione societaria, attraverso lo sviluppo di cinque business unit (Informazione, Comunicazione, Servizi, Go TV, Wine & Food) per sviluppare sinergie di contenuto e commerciali;

3) rafforzamento dell`innovazione tecnologica, per digitalizzare processi e offerta di servizi;

4) sviluppo delle risorse umane, per valorizzare competenze distintive e talenti.

Le nuove proiezioni economico-finanziarie prevedono, in sintesi, una crescita del fatturato dai circa 80 milioni di euro del 2019 fino ai 92 milioni di euro attesi per il 2023, con un incremento della redditività (Ebitda) nello stesso periodo di circa 15 milioni di euro, da circa 7 milioni di Euro nel 2019 fino a circa 22 milioni di euro nel 2023.

IT0005390783 – NVP: il 7 dicembre 2020 la Società ha comunicato che il CDA ha approvato la proposta di conferimento di una delega all`organo amministrativo ad aumentare il capitale e convocato l`assemblea straordinaria per il giorno 23 dicembre 2020, in prima convocazione e, occorrendo, il giorno 24 dicembre 2020, in seconda convocazione, per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno:

1. Attribuzione al Consiglio di Amministrazione di una delega, ai sensi dell’art. 2443 del Codice Civile, ad aumentare il capitale sociale, in una o più volte e in via scindibile, con l’esclusione del diritto di opzione ai sensi dell’art. 2441, commi 4, prima parte, e 5, del Codice Civile per un importo massimo nominale pari ad euro 150.000,00, oltre l’eventuale sovrapprezzo, mediante emissione di massime n. 1.500.000 azioni ordinarie. Modifica dell’articolo 6 dello Statuto sociale.

2. Modifica degli articoli 8, 11, 12, 13, 14, 15, 18, 21, 27 e 28, dello Statuto sociale.

IT0005043507 – OVS: il 16 dicembre 2020 la Società ha comunicato che l’Assemblea Straordinaria degli Azionisti di OVS S.p.A. ha deliberato all’unanimità di aumentare il capitale sociale, a pagamento e in via scindibile, per un controvalore massimo complessivo di euro 80.000.000,00, comprensivo dell’eventuale sovrapprezzo, da eseguirsi entro e non oltre il 31 luglio 2021, con emissione di azioni ordinarie OVS S.p.A., aventi le medesime caratteristiche di quelle già in circolazione alla data di emissione, senza indicazione del valore nominale e con godimento regolare, da offrirsi in opzione ai soci ai sensi dell’articolo 2441, commi 1, 2 e 3, del Codice Civile. Conseguentemente è stato modificato l’articolo 5 dello statuto sociale.