Rubrica delle operazioni
15 gennaio 2021

NL0010877643 – FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES NV:
Fiat Chrysler Automobiles NV ha comunicato che il CdA ha dichiarato un dividendo straordinario condizionato di 1,84 euro per azione ordinaria corrispondente a una distribuzione complessiva di circa 2,9 miliardi di euro (Dividendo Straordinario).
FCA e Peugeot S.A. (Groupe PSA) hanno annunciato che prevedono di completare la fusione proposta sabato 16 gennaio 2021. Il pagamento del Dividendo Straordinario è condizionato a un ulteriore annuncio che confermi che tutti i necessari adempimenti societari propedeutici al completamento della fusione siano stati espletati e che il Dividendo Straordinario sia diventato incondizionato. Tale annuncio è previsto entro mercoledì 13 gennaio 2021. In assenza di tale annuncio, il Dividendo Straordinario non sarà pagabile.
Straordinario sia messo in pagamento al più presto, successivamente al perfezionamento della fusione: FCA annuncerà la data di pagamento a tempo debito.
Al fine di coordinare il regolamento sul NYSE e sull’MTA del Dividendo Straordinario pagabile agli azionisti FCA legittimati precedentemente alla fusione a percepirlo, si prevede che la ex-date e la record date cadano al di fuori delle normali tempistiche di regolamento di Borsa Italiana, come concordato con Borsa Italiana. Sebbene il dividendo straordinario verrà posto in pagamento successivamente al perfezionamento della fusione, onde evitare ogni dubbio si precisa che il dividendo straordinario non sarà pagabile su azioni Stellantis emesse a favore dei precedenti azionisti di Groupe PSA al momento dell’efficacia della fusione o ad altri azionisti che acquisteranno azioni Stellantis successivamente all’efficacia della fusione.

IT0005335754 – FRANCHI UMBERTO MARMI:
il 30 dicembre 2020 la Società ha comunicato che l’Assemblea degli azionisti si è riunita in prima convocazione, in sede ordinaria e straordinaria; l’intervento dei soci in assemblea è avvenuto esclusivamente tramite il rappresentante designato dalla Società ai sensi dell’art. 135-undecies del D.Lgs. n. 58/98.
L’Assemblea ha approvato la proposta del CdA di deliberare un aumento di capitale sociale a pagamento, con esclusione del diritto di opzione, ai sensi dell’art. 2441, comma 5, del Codice Civile, per l’importo di euro 29.410.760,00, comprensivo di sovrapprezzo, da eseguirsi in forma inscindibile mediante emissione di n. 2.941.076 nuove azioni ordinarie a un prezzo unitario di euro 10,00, comprensivo di euro 9,7883 di sovrapprezzo.
Le complessive n. 2.941.076 azioni di nuova emissione sono ordinarie, godimento con decorrenza 1 gennaio 2021 e garantiscono ai loro possessori solo gli stessi diritti personali delle azioni ordinarie di FUM in circolazione dalla data della loro emissione. Il numero delle azioni emesse nel contesto dell’Aumento di Capitale non supererà la soglia del 9% del capitale sociale della Società dopo la nuova emissione.
Le azioni di nuova emissione sono soggette a un lock-up di 36 mesi e sono escluse dal diritto alla distribuzione del dividendo relativo all’esercizio in corso (31.12.2020); fino a tale data di distribuzione hanno un diverso ISIN code rispetto alle azioni ordinarie a oggi in circolazione.
In ragione di detta delibera, è stata altresì approvata la conseguente modifica dello Statuto Sociale.

IT0005337818 – INTRED:
il 31 dicembre 2020 Intred S.p.A. ha comunicato l’efficacia civilistica della fusione per incorporazione della società controllata in via totalitaria Qcom S.p.A. nella Società (Fusione), ai sensi degli artt. 2504 e 2504-bis cod. civ., mentre gli effetti contabili e fiscali retroagiranno al primo giorno dell’esercizio in corso (1 gennaio 2020).
La Fusione è stata deliberata dalle assemblee straordinarie di Qcom e Intred in data 27 luglio 2020 e il relativo atto di fusione è stato stipulato in data 24 settembre 2020 e si inquadra nel più ampio processo di ridefinizione societaria del gruppo facente capo a Intred, volto a semplificarne la struttura e a meglio valorizzarne le sinergie operative, amministrative e societarie.

IT0005075764 – ITALIAN WINE BRANDS:
il 4 gennaio 2021 la Società ha comunicato che il CdA, ha approvato la proposta di distribuzione di un dividendo ordinario integrativo pari a euro 0,40 per ciascuna azione che ne avrà diritto.
Tale dividendo è integrativo rispetto alla distribuzione di euro 0,10 per azione già operata dalla Società lo scorso 16 giugno 2020 e si pone in continuità con la politica di distribuzione dei dividendi deliberata dal CdA al momento dell’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2019, che aveva indicato fino a 0,50 ad azione il dividend payout sostenibile.
In particolare, il CdA ha ritenuto di procedere con la proposta di distribuzione del suddetto dividendo integrativo, tenuto conto: (i) dei risultati estremamente positivi in termini di volumi di fatturato realizzati nel corso dell’esercizio; (ii) della forza del modello di business del gruppo IWB che ha mostrato, anche nel periodo di crisi, la capacità di generare valore per gli stakeholder e che non è stato impattato dalla situazione di pandemia da COVID-19; (iii) dell’andamento positivo della Società anche nel secondo semestre del presente esercizio.
La distribuzione del dividendo avverrà tramite l’utilizzo di utili realizzati dalla Società in esercizi precedenti, in particolare attraverso la componente di riserva “utili portati a nuovo” correlata al risultato 2019.
Il CdA ha individuato le seguenti date per la distribuzione del dividendo: 25 gennaio 2021, data di stacco, 26 gennaio 2021, record date, e 27 gennaio 2021, data di pagamento e, ha deliberato di convocare, nei termini e con le modalità di legge, l’Assemblea ordinaria degli Azionisti per deliberare in merito alla predetta proposta di distribuzione del dividendo.

IT0005390783 – NVP:
il 23 dicembre 2020 la Società ha comunicato che l`Assemblea degli Azionisti, riunitasi in seduta straordinaria, ha approvato l’attribuzione al CdA di una delega, ai sensi dell’art. 2443 del Codice Civile, ad aumentare il capitale sociale, in una o più volte e in via scindibile, con l’esclusione del diritto di opzione ai sensi dell’art. 2441, commi 4, prima parte, e 5 del Codice Civile per un importo massimo di complessivi euro 150.000,00 oltre sovrapprezzo, mediante emissione di massime n. 1.500.000 azioni ordinarie, prive di valore nominale e aventi godimento regolare.

NL0010877643 – 07/01/2021-18/01/2021 – FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES N.V.:
Fiat Chrysler Automobiles N.V. e Peugeot S.A. hanno comunicato che le rispettive assemblee degli azionisti tenutesi il 04.01.2021 hanno approvato a larghissima maggioranza (con oltre il 99% dei voti a favore dell’operazione) la fusione di FCA e Groupe PSA volta alla creazione di Stellantis N.V..
Gli azionisti di FCA hanno inoltre approvato proposte correlate alla fusione, tra cui l’adozione dello Statuto di Stellantis e la nomina dei membri del CdA di Stellantis annunciati in precedenza, in ciascun caso con efficacia dal giorno successivo al completamento della fusione.
A seguito delle approvazioni assembleari odierne e dell’ottenimento delle ultime autorizzazioni normative nel corso del mese scorso, tra cui in particolare da parte della Commissione Europea e della Banca Centrale Europea, FCA e Groupe PSA prevedono di perfezionare la fusione il 16 gennaio 2021.
La negoziazione delle azioni ordinarie Stellantis avrà inizio lunedì 18 gennaio 2021 sul Mercato Telematico Azionario di Milano e su Euronext Paris e martedì 19 gennaio 2021 sul New York Stock Exchange.

IT0005337172 – 28/12/2020-15/02/2021 – SG COMPANY:
la Società ha comunicato che l’assemblea straordinaria di SG Company S.p.A. del 16 dicembre 2020 ha approvato:
1) l’aumento di capitale sociale in opzione, per un importo massimo complessivo pari a € 2.500.00 (entro e non oltre il 28.02.2021), con conseguente emissione di warrant da assegnare gratuitamente ai sottoscrittori dell’aumento di capitale, nel rapporto di 1 warrant ogni 2 azioni detenute;
2) a servizio dei warrant è stato approvato anche l’aumento di capitale sociale per un importo pari a nominali € 302.318,6 oltre sovraprezzo;
3) l’assemblea ha inoltre conferito al CdA apposita delega ad aumentare il capitale sociale, con esclusione del diritto di opzione, fino a un ammontare massimo complessivo pari a € 230.000 (entro e non oltre il 30.06.2021), da riservare in sottoscrizione ad amministratori manager e collaboratori continuativi della Società;
4) l’assemblea ha infine approvato la modifica del regolamento dei warrant 2018-2025, con abbassamento a euro 0,80 del prezzo di esercizio.

IT0005262313 – CFT:
il 28 dicembre 2020 ATS Automation Holdings Italy S.r.l. (Offerente), società appartenete al Gruppo facente capo a ATS Automation Tooling Systems Inc., con sede in Ontario, Canada, ha depositato presso la Consob, il documento di offerta destinato alla pubblicazione, relativo all’offerta pubblica di acquisto volontaria (Offerta), promossa dall’Offerente, ai sensi dell’art. 102, comma 1del TUF, sulla totalità delle azioni ordinarie, a voto plurimo e speciali di CFT S.p.A. (Emittente).
L’Offerente riconoscerà un corrispettivo pari a euro 4,600 per ogni azione portata in adesione all’Offerta che incorpora un premio del 86,4% rispetto al prezzo ufficiale delle azioni ordinarie di CFT del 4.12.2020, ultimo giorno di borsa aperta prima della comunicazione dell’offerta e un premio implicito del 124,8% rispetto al prezzo medio ponderato delle azioni ordinarie a 1 mese prima dell’annuncio.
L’Offerta ha a oggetto n. 16.026.357 azioni ordinarie, n. 3.000.000 azioni a voto plurimo e n. 133.334 azioni speciali di CFT, rappresentative dell’intero capitale sociale dell’Emittente. L’esborso complessivo è pari a circa euro 88 milioni nel caso di completa adesione all’offerta e comporterà la successiva revoca delle azioni ordinarie di CFT dalla quotazione su AIM Italia.
In data 15.12.2020 l’Offerente ha provveduto a presentare l’istanza di autorizzazione all’autorità Foreign Investment spagnola per l’approvazione, ai sensi dell’articolo 7-bis della legge spagnola n. 19/2003, dell’acquisizione del controllo dell’Emittente da parte dell’Offerente mentre il 14.12.2020 ha presentato l’istanza di autorizzazione da parte dell’autorità garante della concorrenza tedesca (Bundeskartellamt) all’operazione di acquisizione del controllo dell’Emittente da parte dell’Offerente.
L’Offerta è promossa esclusivamente in Italia ed è rivolta, indistintamente e a parità di condizioni, a tutti gli azionisti dell’Emittente.

IT0004937469 – ITALIA INDEPENDENT GROUP:
il 28 dicembre 2020 la Società ha comunicato che il CdA ha attribuito delega all’amministratore delegato di avviare l’operazione di aumento di capitale che dovrà essere completata entro il 31 marzo 2021.
Il prossimo CdA si terrà il 18 gennaio 2021, per definire quanto necessario (modalità, termini e condizioni, compresi il prezzo di emissione e numero delle azioni da emettere) per l’esecuzione dell’aumento di capitale.