• martedì, 4 Ottobre 2022

Olimpiadi 2021: previsto un impatto economico di 266,6 miliardi, ma i giapponesi dicono di NO

DiMariano Boero

25 Gennaio 2021 ,

No alle Olimpiadi in Giappone per la maggior parte degli abitanti del Paese asiatico. Secondo un sondaggio della Tv pubblica solo il 27% degli intervistati è favorevole allo svolgimento delle Olimpiadi la prossima estate, mentre il 32% le vorrebbe annullare e il 31% rinviarle ancora. Ma dopo il posticipo dei Giochi dall’estate 2020 a quella del 2021, il Comitato Olimpico internazionale si mette di traverso e assicura: «I Giochi si faranno». Secondo le previsioni il giro d’affari stimato sarà enorme. Per il Giappone, da qui al 2030 – grazie alla costruzione di sedi permanenti, lo sviluppo di infrastrutture energetiche e di sicurezza, al di là della manifestazione in sé – è previsto un impatto positivo per l’economia pari a 166,6 miliardi di euro per la sola prefettura di Tokyo e oltre 266,6 miliardi di euro su scala nazionale. Importante anche l’effetto sull’occupazione con ben 1,94 milioni di posti di lavoro in più, di cui solo 1,3 milioni nel distretto di Tokyo. La città nipponica ha anche effettuato una stima sul ritorno sociale, economico e culturale generale sul lungo periodo, con un aumento della domanda pari a circa 116,6 miliardi di euro. Eppure il rinvio di un anno conta eccome. Se è vero che la cancellazione sarebbe pesata per mancati guadagni pari a 37,5 miliardi di euro è stato stimato che il posticipo costerà circa 5,3 miliardi. Numeri pesanti ma che incidono solo in minima parte su quelli che saranno gli investimenti, i ricavi e le ricadute future dato che il Giappone punta sui Giochi anche per dare all’estero un’immagine moderna e funzionale da “spendere” in ogni settore. Emergenza Covid-19 permettendo, ovviamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *