Fitch promuove Fire SpA: assegnato rating ‘ABSS1-‘ in miglioramento dal precedente ‘ABSS2+’, confermato il rating ‘RSS2+’.

Fitch Ratings migliora il giudizio su Fire, società specializzata nel credit management, e la promuove assegnando il rating ‘ABSS1-’ come Asset-Backed Special Servicer (in miglioramento dal precedente ‘ABSS2+’). Confermata anche la valutazione ‘RSS2+’ quale
Special Servicer di crediti ipotecari di natura residenziale. Unitamente alla quasi trentennale esperienza nel settore, la società di rating ha apprezzato la capacità di Fire di rispondere efficacemente alla diffusione della pandemia da Covid-19, grazie ad un’organizzazione robusta e ad un’infrastruttura informatica all’avanguardia in grado di combinare flessibilità e sicurezza. Fitch ha sottolineato, in particolare, l’impegno e gli investimenti costanti in tema di automazione, innovazione di processo e adozione di nuove tecnologie. In uno scenario di mercato particolarmente complesso, Fire conferma la propria solidità e la qualità dei propri processi industrializzati, resi ulteriormente efficienti ed efficaci attraverso soluzioni di robotica e di intelligenza artificiale, a partire dall’onboarding, fino alla gestione degli incassi, passando per le soluzioni di pagamento digitale. L’agenzia di rating internazionale ha poi posto l’accento sull’efficace governance dei rischi da parte del Gruppo, con un sistema di controlli considerato esempio delle best practice del settore e sulla qualità della struttura manageriale, con esperienza rilevante superiore ai 10 anni, sia per il top sia
per il middle management, ulteriormente rafforzata con l’ingresso di nuove figure nelle aree strategiche. “Il miglioramento del rating – commenta Claudio Manetti, CEO di Fire SpA, principale controllata del Gruppo – certifica i risultati ottenuti grazie alla precisa volontà dell’azienda di migliorare costantemente la propria operatività, offrendo ai clienti, sia a quelli ‘a monte’, ovvero i titolari del credito, sia a quelli ‘a valle’, ovvero coloro che hanno una difficoltà di pagamento, un servizio adatto, e che è capace di anticipare il contesto di mercato”. “La valutazione di Fitch Ratings – prosegue Alberto Vigorelli, CEO di Fire Group SpA holding del
Gruppo Fire – è un’attestazione autorevole di quella capacità di servicing che sarà necessaria al mercato del credito per affrontare i volumi che si prevede affluiranno nei prossimi mesi, e che, proseguendo lungo la direttrice dell’industrializzazione, vogliamo mettere a disposizione di originator e debt buyer.”