EQUITA: si conferma 1° broker indipendente sul mercato italiano anche nel 2020

Equita, l’investment bank indipendente italiana, si conferma anche nel 2020 tra i principali broker in Italia e primo tra i soggetti indipendenti. È quanto emerge dall’analisi dell’Associazione Italiana Intermediari dei Mercati Finanziari (ASSOSIM) che ha analizzato nel suo report annuale i volumi di negoziazione sui principali mercati finanziari in Italia e stilato le classifiche degli intermediari attivi sul mercato.

Andrea Vismara, Amministratore Delegato di Equita, ha commentato: “Siamo felici che Equita si sia riconfermata ai vertici delle classifiche ASSOSIM come il principale intermediario indipendente in Italia. Tale posizionamento è il risultato di anni di investimenti volti a diversificare l’offerta e offrire un servizio sempre più completo ai nostri clienti. Vogliamo continuare a soddisfare le necessità – anche quelle più complesse – degli investitori istituzionali e delle banche partner del Retail Hub di Equita, sfruttando il ruolo di sala operativa indipendente più grande d’Italia”.Come evidenziano i dati rielaborati da ASSOSIM, Equita è riuscita nel corso del 2020 a confermare il proprio ruolo di leader indipendente nell’intermediazione di strumenti finanziari per conto terzi1, posizionandosi tra i primi 5 player sui principali mercati azionari, obbligazionari, dei derivati e degli ETF, proseguendo così nel processo di diversificazione dell’offerta. 

Sul segmento azionario Equita è risultata il primo broker indipendente intermediando per conto terzi il 7,8% dei controvalori scambiati sull’MTA (5° nella classifica generale) e il 9,4% sull’AIM Italia (5° nella classifica generale). Anche sul segmento obbligazionario i risultati sono stati positivi, grazie ai continui investimenti volti a rafforzare il team e consolidare la propria presenza nel mondo del fixed income. In termini di controvalori intermediati Equita si è infatti posizionata 5° sul DomesticMOT con una quota di mercato del 6,8%, 3° sull’EuroMOT con il 7,4% e 7° sull’ExtraMOT con il 4,1%. La quota di mercato complessiva di questi 3 segmenti è stata dunque del 6,7%. Di rilievo, infine, il posizionamento nell’intermediazione di ETF dove Equita si è posizionata al 5° posto su ETFPlus con una quota di mercato del 6,5%.

Il forte posizionamento raggiunto dal Gruppo sul mercato dell’intermediazione in conto terzi conferma la professionalità e l’expertise sviluppata dal team di Equita in questi anni sui diversi strumenti finanziari, frutto della strategia aziendale di diversificazione.