€-coin continua ad aumentare in gennaio

In gennaio €-coin è salito a 0,99 (da 0,38 in dicembre), indicando la prosecuzione del recupero della dinamica di fondo dell’economia dell’area dell’euro. L’andamento dell’indicatore riflette prevalentemente la tenuta dell’attività manifatturiera e gli elevati livelli della fiducia delle imprese del comparto. Sviluppato dalla Banca d’Italia – fornisce in tempo reale una stima sintetica del quadro congiunturale corrente nell’area dell’euro, esprimendo tale indicazione in
termini di tasso di crescita trimestrale del PIL depurato dalle componenti più erratiche (stagionalità, errori di misura e volatilità di breve periodo). È pubblicato mensilmente dalla Banca d’Italia e dal CEPR. Le prossime date di pubblicazione di €-coin saranno mercoledì 3 marzo e venerdì 2 aprile (da confermare). €-coin è costruito sfruttando mensilmente un vasto insieme di serie storiche macroeconomiche (quali, ad esempio, gli indici di produzione industriale, i sondaggi congiunturali, gli indicatori di domanda e gli indici di borsa) da cui viene estratta l’informazione rilevante per la stima della dinamica di fondo del PIL dell’area. Precede di alcuni mesi l’uscita del dato ufficiale sulla crescita trimestrale del PIL dell’area rilasciato dall’Eurostat e ne anticipa il segnale al netto delle componenti erratiche e di breve periodo.