CALCIOMERCATO: calo di investimenti. Giù di 1 miliardo di euro i top 5 campionati d’Europa

Tempo di bilancio per il calciomercato. Le cifre per il mercato di gennaio, stimate dal Cies, parlano di un calo di investimenti pari a un miliardo di euro per i top 5 campionati d’Europa. In Premier League, Serie A, Bundesliga, Ligue 1 e Liga nel gennaio 2021 sono stati spesi solo 291 milioni di euro, contro gli 1,29 miliardi di euro della sessione 2020, con un calo complessivo che sfiora il 77%.
Il giro d’affari più elevato arriva ancora una volta dalla Premier inglese con 100 milioni di euro spesi, comunque pochissimi rispetto ai 325 della stessa sessione dello scorso anno (-70%).

Poi c’è la nostra serie A con 73 milioni e cioè il 79% in meno dei 354 milioni investiti dai club nel 2020. Molti gli affari portati a termine a costo zero, come Mandzukic ingaggiato dal Milan ed El Shaarawy dalla Roma ma a spiccare è una trattativa portata a termine dalla Juventus che ha ingaggiato Rovella dal Genoa per 18 milioni di euro (più 20 di bonus) nell’ambito di una trattativa che ha portato un paio di giovani in Liguria per garantire plusvalenze a entrambi i club. Sul podio degli affari più cari rientrano anche il rumeno Man, acquistato dal Parma della nuova proprietà americana per 13 milioni e Maehle, comprato dall’Atalanta per 11 milioni di euro.
Tra gli altri top campionati, la Bundesliga ha investito 60 milioni (-77%), la Ligue 1 33 milioni (-78%) e la Liga spagnola, alle prese con una crisi senza precedenti, soltanto 25 milioni (-87%). Secondo i dati del “Global Transfer Market Report”, l’effetto della crisi portata dall’emergenza Coronavirus si è tradotto in un calo degli investimenti nel mercato calcistico a livello internazionale a quota 5,63 miliardi di dollari nel 2020, quasi 2 miliardi in meno rispetto ai 7,35 miliardi del 2019.