IVR a disposizione come sede vaccinale

La società IVR di Boca (NO) mette a disposizione la propria struttura come polo vaccinale, rispondendo in maniera attiva e concreta alla situazione contingente che pone le aziende ad essere ulteriormente responsabili verso quello che potrebbe dimostrarsi una soluzione all’attuale crisi economica e sociale provocata dalla pandemia.

IVR è conosciuta per le sue valvole, portando nel mondo la grande competenza del distretto novarese della termoidralulica, e oggi l’azienda torna protagonista del territorio. La famiglia Giacomini ha infatti accolto l’invito dell’Associazione Industriali di Novara, nella persona del Presidente Filippa, a mettere a disposizione dell’ASL di Novara degli spazi dello stabilimento di Boca per la vaccinazione anti-Covid. A tale finalità è stata individuata un’area, esterna alla produzione, ma interna allo stabilimento da riservare ai medici, infermieri e anestesisti dell’ASL contribuendo fortemente e attivamente al piano vaccinale.

Fondata nel 1973, IVR dal 2002 è proprietà della famiglia Giacomini. Con uno stabilimento produttivo di 415.000 metri quadrati, su un’area di 50.000 metri quadrati, l’azienda è leader da circa 40 anni nel mercato idrotermosanitario con linee di prodotti tradizionali per il riscaldamento, l’acqua, il gas, l’industria e servocomandi e valvole motorizzabili. Oggi l’Azienda esporta in oltre 60 Paesi del mondo (erano 21 nel 2002), vanta ben 30 certificazioni ed è considerata fra le aziende leader del comparto. Un successo dovuto anche alla particolare attenzione che l’Azienda presta, da sempre, ai problemi di impatto ambientale legati ad ogni fase del processo produttivo, privilegiando l’impiego di materiali ecocompatibili e non inquinanti, nell’ottica di una piena tutela della salute e dell’ambiente circostante.