Il rinnovamento delle procedure di incasso e pagamento della Tesoreria dello Stato

lots, money

Le procedure della Tesoreria dello Stato hanno assicurato nel 2020 oltre 102 milioni di transazioni, con un aumento del 36% sul 2019 che ha riflesso le esigenze poste dall’emergenza pandemica. Le attività di incasso e pagamento sono oggetto di un programma di interventi coordinato da Banca d’Italia, Ragioneria Generale dello Stato (RGS), e Corte dei conti.

Le innovazioni attese nell’ambito del progetto sono state presentate oggi – durante il webinar “Il rinnovamento delle procedure di incasso e pagamento della Tesoreria dello Stato.

L’obiettivo del progetto, da realizzarsi nel prossimo biennio, è quello di semplificare gli iter amministrativi e ridurre i costi, con ricadute positive sui servizi resi ai cittadini, incluso il ricorso a pagamenti istantanei. La maggiore digitalizzazione coinvolgerà tutte le Amministrazioni dello Stato per creare piattaforme e procedure condivise​ e omogenee.

La nuova architettura di Tesoreria testimonia un percorso di intensa collaborazione inter-istituzionale per la valorizzazione dell’intero processo di incassi e pagamenti pubblici. Le procedure saranno completamente reingegnerizzate, grazie alla piattaforma informatica che la Banca d’Italia sta sviluppando, che prevede l’utilizzo di reti aperte e di un unico tracciato standard (OPI), l’interfacciamento con il sistema “Init” della RGS, nonché la revisione dell’applicativo GEOCOS – Gestione Ordinativi Contabilità Speciale.

Il programma di rinnovamento delle procedure di Tesoreria permetterà maggiore tempestività nei pagamenti (anche attraverso instant payments) e renderà disponibile maggiori informazioni sull’andamento dei conti pubblici, agevolando il monitoraggio e il controllo della Corte dei conti. La revisione dei processi verrà supportata anche da un importante adeguamento normativo.