La zona gialla spinge gli acquisti in diversi settori merceologici in Lombardia

La zona gialla spinge gli acquisti in diversi settori merceologici. Secondo la recente indagine dell’Osservatorio Stocard, che ha confrontato i trend di acquisti nei mercati retail nel periodo tra il 12 aprile e il 23 maggio rispetto al mese precedente (29 marzo/11 aprile), l’allentamento delle restrizioni ha portato un incremento degli acquisti in Lombardia. I settori che più hanno beneficiato di questo aumento sono stati il l’arredamento, il fashion, il beauty e lo sport.
“La concomitanza dell’allentamento delle restrizioni e il prosieguo del piano vaccinale hanno portato ottimismo nei consumatori, che sono tornati ad acquistare in negozio. – commenta Valeria Santoro, Country Manager di Stocard Italia – Con l’uscita dalla zona rossa e il conseguente passaggio in gialla, la Lombardia ha registrato un forte incremento nel numero di acquisti in diversi settori merceologici, tra cui l’arredamento e il fashion, due settori fortemente penalizzati durante la pandemia. Incremento minore nel settore del bricolage e del pharma, comparti, tuttavia, poco colpiti dalle restrizioni e che hanno continuato a erogare servizi anche durante il lockdown.”
Il trend degli acquisti registrati dall’Osservatorio Stocard mostra quindi una crescita generale, che ha particolarmente interessato settori come l’arredamento , che nel periodo selezionato ha registrato un incremento delle vendite pari al 181%  rispetto ai mesi precedenti, e il fashion (+106): ambiti, questi, tra i più penalizzati dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Discorso analogo anche per lo sport (+35%), il beauty (+32%), e libri (+21%).

Chiudono l’elenco i negozi di animali (+4%) e il bricolage (+3%), due settori che tuttavia non sono stati penalizzati dalle restrizioni causate dal Covid-19: a maggio 2020, ancora in lockdown, l’incremento di acquisti nel settore del pets era arrivato a un +76%, mentre il bricolage aveva toccato un incremento del +96%. 

Discorso a parte per il Pharma, che registra un incremento del solo +2%; tuttavia, secondo i dati Stocard, questo comparto ha sempre avuto un incremento costante. Inoltre, dal 2017 il Pharma ha registrato una crescita esponenziale dell’utilizzo di carte fedeltà, cresciuto del 96% sulla scia dell’aumento di presenza a scaffale di prodotti beauty e per la cura della persona. 

I dati in nostro possesso evidenziano un parziale ma progressivo ritorno agli standard di acquisto, l’auspicio è che la ripresa possa avvenire nel minor tempo possibile perché abbiamo tutti bisogno di ‘normalità’ e di una crescita economica che sia d’aiuto per il Paese e per i cittadini” conclude Valeria Santoro. 

I cittadini hanno inoltre aumentato la frequenza con cui si recano nei negozi della GDO: in media, nel periodo analizzato, un consumatore si è recato a far spesa alla GDO 6 volte al mese, un trend che si avvicina alla media registrata nel periodo pre covid, tra gennaio/febbraio 2020, quando erano circa 7 le occasioni di acquisto mensile nella GDO. Durante il periodo di lockdown, marzo/aprile 2020, la frequenza era passata a sole 4 volte al mese, con un calo pari al -24%. Ricordiamo che durante il lockdown il 25% dei consumatori andava a far spesa solo una volta al mese.