• sabato, 2 Luglio 2022

Gli scambi raddoppiano il volume: nel 2021 +96% rispetto al 2020

scambi

Spectrum Markets, il mercato pan-europeo dei certificati, ha pubblicato il suo Business Update riferito all’intero 2021 che disegna un anno di forte crescita per la borsa. Il volume degli scambi è cresciuto del 96%, con 848 milioni di certificati scambiati nel 2021 rispetto ai 432 milioni dell’anno precedente. Questi volumi sono stati raggiunti attraverso quasi tre milioni di scambi, il 35% dei quali ha avuto luogo al di fuori degli orari tradizionali (cioè tra le 17:30 e le 9:00 CET).

Spectrum Markets ha anche riportato il valore totale del turnover, che ha raggiunto 1,35 miliardi di euro, con un aumento del 93% rispetto al 2020.

Nel corso del 2021, che è stato il secondo anno solare completo di operatività per Spectrum, la società ha lanciato diverse iniziative e raggiunto traguardi importanti, tra cui il lancio del SERIX, indice del sentiment degli investitori individuali europei, le partnership di connettività con LIST e SIA (ora parte di Nexi Group), nonché l’ampliamento della gamma prodotti con l’aggiunta di certificati Turbos su singole azioni. Nel 2021 sono state inoltre siglate importanti collaborazioni e ulteriori partnership, che saranno finalizzate e rese pubbliche nel corso di quest’anno.

Spectrum è diventata anche sponsor principale degli influenti ZertifikateAwards tedeschi e, ultimo ma non meno importante, ha collaborato con l’organizzazione benefica globale per i problemi di vista Sightsavers.

“È stato un anno incredibilmente impegnativo in cui abbiamo raggiunto molti risultati, in termini di traguardi e di crescita, e la forza del nostro business nel 2022 testimonia il duro lavoro e l’impegno del nostro team”, ha dichiarato Nicky Maan, CEO di Spectrum Markets.

“Ci siamo concentrati sul mettere fondamenta molto solide sulle quali basare la nostra crescita futura, assicurandoci di consolidarci come assolutamente rilevanti nei diversi mercati in cui siamo presenti, e avendo la giusta tecnologia, la connettività e i partner infrastrutturali locali per rendere l’adesione e il coinvolgimento con Spectrum il più semplice possibile. Quest’anno cominceremo davvero a vedere i frutti di questo lavoro quando daremo il benvenuto a nuovi membri e porteremo nuovi prodotti sulla borsa”.

Nel 2021, l’84,5% dei certificati scambiati aveva come sottostante gli indici, l’8,8% le coppie di valute, il 6,2% le materie prime e lo 0,5% singole azioni, queste ultime introdotte a settembre. I sottostanti più scambiati lo scorso anno sono stati DAX 40 (22,3%), OMX 30 (21,6%) e NASDAQ 100 (15,2%).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *