venerdì, 14 Giugno 2024

Margherita Buy a ‘Belve’ svela i suoi aspetti nascosti tra ‘canne’ e sesso

DiAdnKronos

23 Aprile 2024

(Adnkronos) – Accantonando la sua proverbiale timidezza, a 'Belve', Margherita Buy gioca in attacco e con grande ironia rivela alcuni aspetti nascosti del suo carattere, a cominciare dal sesso: "Mai stata una mia priorità", svelano le anticipazioni del programma. Fino alle canne fumate nell’adolescenza: "Ce ne facevamo tantissime, pure la mattina, con tanto di svenimenti in classe", dice l'attrice. Per poi scherzare sulla sua competitività con una battuta fulminante sulle 19 candidature di Paola Cortellesi ai David di Donatello: "Sta buona, non gliel’hanno ancora dati". Sul suo rapporto con il sesso, quando la Fagnani le chiede "lei ha detto il sesso mi interessa pochissimo, lo smentisce?", l'attrice romana con velato imbarazzo risponde: "Non è che mi interessa pochissimo, però sono una persona che difficilmente si lascia andare. Poi mi piace, mi è piaciuto, ma non è il mio obiettivo". E a quel punto la Fagnani chiosa: "Non è una sua priorità” e la Buy conferma: "No, non è mai stata una priorità". Sulla vergogna che l’attrice prova nel girare le scene di nudo, Fagnani ricorda a Buy di quando "con Sabrina Ferilli per baciarvi vi siete dovute bere prima una grappa!". E l’attrice racconta: “Meno male che lei ce l’aveva! Aveva questa borsa con dentro le grappe, di vario genere". E la Fagnani, scherzando, insiste: "Ah, c’era una degustazione!", "Sì, però devo dire che è stato un bacio bellissimo. Non mi sono vergognata con lei".  Poi la Buy prima scherza sul fatto di essere l’attrice italiana più premiata del cinema italiano e di voler continuare ad esserlo, ma quando Fagnani le chiede: "Però adesso rischia di essere superata dalla Cortellesi, che ha ricevuto 19 candidature al David", ci tiene a precisare: "Intanto non gliel’hanno ancora dato!". E infine si tiene stretto il proprio primato specificando: "Sta’ buona, non è che li danno tutti a lei, come attrice, sono per il film… non facciamo confusione!". —[email protected] (Web Info)