• sabato, 2 Luglio 2022

Il business dell’editoria: chi sono i grandi gruppi in Borsa

Il business dei libri europeo rappresenta una leadership mondiale. L’editoria del Vecchio Continente vale 33 miliardi di euro, il 60% del mercato globale. A conferma di questa situazione anche la top ten 2021 dei gruppi editoriali mondiali: 6 su 10 sono europei.

I GRANDI GRUPPI EUROPEI

RELX Group ha avuto una forte crescita nel 2021, con un net income di oltre 1,7 miliardi di euro e le entrate che hanno toccato quota 1,93 miliardi, facendo segnare un +6,68% rispetto all’anno precedente.

Le azioni di Wolters Kluwer, la società olandese specializzata nel settore dell’editoria tecnica, legale e sanitaria, hanno avuto un rialzo del 17,5% su base annua.

Diversa la situazione per Hachette Livre: il numero uno dell’editoria francese ha sì chiuso l’anno con oltre 2,3 miliardi di euro di ricavi, ma sta per essere acquisita da Editis, gruppo editoriale controllato da Vivendi.

In Francia c’è preoccupazione: con l’acquisizione, si verrebbe a creare un gigante dell’editoria, in grado di sbaragliare la concorrenza, non solo in termini di creazione letteraria, ma anche in grado di veicolare determinati messaggi politici. Anche se lo stesso Arnaud Lagardère – General and Managing Partner del Gruppo Lagardere (che possiede Hachette) – prova a smorzare i toni: «È tutto nelle mani di Vivendi, che troverà delle soluzioni per evitare disastri».

L’EDITORIA IRROMPE NEL DIGITAL

La britannica Pearson, che dal 2015 si occupa solo del settore dell’istruzione, ha chiuso il 2021 al quarto posto con oltre 3,7 miliardi di ricavi, ma guarda già al futuro.

A inizio anno ha chiuso un affare da 200 milioni di dollari per l’acquisizione di Credly, società di certificazioni e credenziali digitali: «Credly ci permette di affrontare l’intero percorso dello studente e di individuare e soddisfare le esigenze di ognuno», ha detto l’amministratore delegato Andy Bird.

I LEADER FUORI DALL’EUROPA

Fuori dall’Europa, Thomson Reuters, Wiley e HarperCollins rappresentano la fetta statunitense dei colossi dell’editoria mondiale, ma tra le prime dieci posizioni troviamo anche la cinese Phoenix Publishing and Media Company, che fa segnare ricavi per 1,3 miliardi di euro.

Alessio Incerti

Linkedin: Alessio Incerti

Twitter: @aleince7

FOTO: Unsplash.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *