domenica, 3 Marzo 2024

Fiorentina: quanto vale la Conference League?

conference

L’ultimo atto della stagione: la Fiorentina si gioca l’intera annata in una partita contro il West Ham. In palio non solo il blasone, o il premio in denaro, ma anche un’altra possibilità in Europa, questa volta in Europa League. Quanto vale la finale di Praga?

Quali sono i premi per chi vince la Conference League

Questa sera, a Praga, finisce la stagione della Fiorentina. Senza piazzamento in campionato che permetta di accedere alle coppe europee, l’unico obiettivo è quello di vincere la Conference League.

La terza coppa europea è alla sua seconda edizione e potrebbe diventare un monopolio italiano dopo la vittoria della Roma dello scorso anno. Il percorso dei viola fino a qui è stato quasi impeccabile e ha portato a guadagnare circa 15 milioni di euro in premi.

Raggiungere la finale ne è valsi altri 3, vincere la coppa 2, per un totale di 20 milioni di euro. Lo scorso anno la società di Firenze ha fatturato 233 milioni di euro, quindi il trionfo a Praga vale l’8,5% del fatturato.

Risorse utili per continuare il percorso di riavvicinamento alle altre grandi, che sembra essere inciampato in questa annata. Solo 56 punti in campionato hanno tenuto i viola fuori dalla zona Europa, il loro posto ripreso dall’Atalanta. Una strada che passa anche dalla prossima sessione di calciomercato, nella quale la Fiorentina dovrà rafforzarsi per tenere il passo.

Un altro anno in Europa

La vittoria della Conference League sarà quello che rimarrà nel palmares della squadra. La prima coppa europea in 60 anni, dalla Coppa delle Coppe del 1962. Ma per il breve periodo, non è il titolo europeo.

Vincere a Praga permetterebbe alla Fiorentina di giocare in una competizione UEFA anche la prossima stagione. La Conference garantisce l’accesso all’Europa League se vinta, obiettivo mancato dai viola in campionato, dopo l’ottavo posto conquistato.

Non si tratta solo di un palcoscenico importante, né di portare per il secondo anno consecutivo otto squadre italiane nelle coppe europee. Ci sono in palio più di 25 milioni di euro, in caso di trionfo finale, ma soprattutto una chance concreta di accedere alla Champions League.

Attento alle tendenze e profondo conoscitore della stampa estera, è laureato in Storia del giornalismo all’Università degli Studi di Milano. Dinamico, appassionato e osservatore acuto, per il Bollettino si occupa principalmente del mondo dello sport legato a quello finanziario e del settore dei videogiochi, oltre che delle novità del comparto tecnologico e di quello dell’energia.