• giovedì, 2 Dicembre 2021

TURISMO: DOVE VANNO I SOLDI DELL’ UE

Turismo: dove vanno i soldi dell’UE. È l’Italia il Paese che riceverà in assoluto più finanziamenti per il turismo: 191,5 miliardi di euro, di cui 68,9 in contributi a fondo perduto a fronte dei 69,5 della Spagna, 40,9 della Francia, 27,9 della Germania e 13,9 del Portogallo. Nello specifico al rilancio del settore culturale il nostro Paese ha dedicato la terza componente della prima missione del PNRR, finanziando progetti e investimenti per un valore totale di 6,68 miliardi di euro, pari al 3,5% sul totale.

Analizzando gli altri Piani, l’Italia è quella che investirà di più nel comparto turismo e cultura.

Turismo: dove vanno i soldi dell’UE: all’Italia 191,5 mld di euro. Il “France Relance” stanzia circa 7 miliardi di euro, di cui solo due provenienti dal Recovery Fund e destinati all’industria culturale. Si tratta di 614 milioni che serviranno per ristrutturazioni del patrimonio culturale-artistico, il resto è riservato alle industrie culturali e creative e ai relativi istituti di istruzione. Approccio simile per la Spagna che, con il suo “España Puede”, ha deciso di investire poco più di 1 miliardo, l’1,2% del totale, e di coniugare la cultura allo sport. Sono 243 invece i milioni messi in campo dal Portogallo con il “Recuperar Portugal, Construindo o futuro”: l’1,5% circa per il rilancio e la modernizzazione della cultura e destinati per lo più al patrimonio come fa l’Italia e grosso modo la Grecia, dove il turismo vale il 20% del PIL. Il piano tedesco “Deutscher Aufbau und Resilienz Plan”, con una dotazione di circa 30 miliardi di euro focalizza l’attenzione sulla difesa dell’ambiente e sulla lotta ai cambiamenti climatici e non prevede misure specifiche sulla cultura. ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *