venerdì, 19 Aprile 2024

Da De Laurentiis al calciomercato: quanto guadagna il Napoli dallo scudetto?

Napoli

Il Napoli sta per diventare campione d’Italia. Il terzo scudetto degli azzurri attende solo l’ufficialità matematica, ed è frutto di una gestione dei conti attenta da parte di De Laurentiis. In 20 anni la società partenopea è passata dalla Serie C a valere mezzo miliardo di euro. Quanto si guadagna da uno scudetto vinto?

Dalla C a mezzo miliardo di valore: il percorso del Napoli

Lo scudetto del Napoli è un obiettivo arrivato dopo anni di gestione economica oculata, indirizzata principalmente al contenimento dei costi. Pochi investimenti mirati nelle infrastrutture e nel personale, che hanno tenuto i conti in ordine.

Una vittoria che rappresenta il culmine di quasi 20 anni di gestione De Laurentiis. L’imprenditore cinematografico raccolse la società dopo la retrocessione in C1 nel 2004, riportandola tre anni dopo in Serie A. Oggi la società, secondo Football Benchmark, vale 483 milioni di euro, la diciottesima al mondo per enterprise value.

Il Napoli, se si escludono gli anni del Covid-19, si è sempre distinto per bilanci in attivo e pochi debiti, un progetto simile a quello iniziato dal Milan sotto la gestione Elliott. Ma di quali cifre stiamo parlando? Nel calciomercato, gli investimenti sono stati pari a 962 milioni, con 985 di ritorni dalle vendite. 

Un risultato frutto di scelte precise, fatte acquistando calciatori giovani e ancora non affermati poi rivenduti una volta maturi. Esempi di questa politica sono Edinson Cavani, Gonzalo Higuain, Kalidou Koulibaly e Jorginho.

Tralasciando le plusvalenze, i ricavi ricorrenti del club si aggirano attorno ai 140 milioni di euro l’anno. La metà di questi deriva dai diritti televisivi, che rappresentano quindi di gran lunga i principali introiti della società.

I guadagni stagionali

Lo scudetto rappresenta un guadagno economico rilevante. Il vincitore della Serie A porta nelle casse della propria società 23,4 milioni di euro in premi. Per il Napoli questa cifra rappresenta il 13% del fatturato dell’ultimo esercizio.

La vittoria in Serie A non è però l’unico risultato della stagione degli azzurri. Arrivare in semifinale di Champions League ha comportato premi per circa altri 10 milioni di euro.

Soldi preziosi da investire sul mercato. Dopo gli acquisti negli ultimi due anni di Victor Osimhen e Khvicha Kvaratskhelia, rivelatisi cruciali per i successi della squadra di Spalletti in Serie A. Gli obiettivi principali sono a centrocampo, con il talento del Lione Houssem Aourar, valutato 15 milioni, in prima fila.

Attento alle tendenze e profondo conoscitore della stampa estera, è laureato in Storia del giornalismo all’Università degli Studi di Milano. Dinamico, appassionato e osservatore acuto, per il Bollettino si occupa principalmente del mondo dello sport legato a quello finanziario e del settore dei videogiochi, oltre che delle novità del comparto tecnologico e di quello dell’energia.