giovedì, 20 Giugno 2024

Calciomercato Napoli: attaccare per difendere lo scudetto

Sommario
Napoli

I campioni d’Italia del Napoli hanno perso, in questo calciomercato, il loro allenatore Luciano Spalletti, ora commissario tecnico della Nazionale. Dopo averso sostituito con Rudi Garcia, la dirigenza partenopea ha difeso, dove possibile, i propri migliori calciatori, con pochi investimenti mirati ad adattare la squadra al nuovo tecnico.

ACQUISTI (61 milioni di euro)

Ambrosino (Att, Cittadella, FP), Zanoli (Dif, Sampdoria, FP), Contini (Por, Reggina, FP), Gollini (Por, Atalanta, P), Natan (Dif, Bragantino, D),Cajuste (Cen, Reims, D), Lindstrom (Att, EintrachtFrancoforte, D)

CESSIONI (62,5 milioni di euro)

Bereszynski (Dif, Sampdoria, FP), Ndombele (Cen, Tottenham, FP), Marfella (Por, S), Kim (Dif, Bayern Monaco, D), Caprile (Por, Empoli P), Folorunsho (Cen, Verona, P), Cheddira (Att, Frosinone, P)

BILANCIO (al netto dei riscatti) +1,5 milioni di euro

Mercato in entrata del Napoli

Per diversi mesi il mercato in entrata del Napoli è stato quasi del tutto fermo. Oltre a Natan, difensore brasiliano preso per sostituire Kim Min-jae e il centrocampista Jens Cajuste, la squadra è rimasta la stessa. Dal bari è arrivato Walid Cheddira, girato però in prestito al Frosinone. Solo negli ultimi giorni di mercato, si è concretizzato il vero colpo di mercato.

Jasper Lindstørm, trequartista dell’Eintracht Frankfurt, in grado di giocare anche sulle fasce e che, nelle intenzioni della dirigenza, completa il reparto offensivo di Rudi Garcia. Anche i 25 milioni spesi per questo colpo rientrano nella politica di attenzione ai conti e sostenibilità che ha da sempre caratterizzato il Napoli. 

Mercato in uscita

Anche prima dell’inizio del mercato, a Napoli si era capito che Kim Min-jae sarebbe partito. Una clausola rescissoria da 50 milioni di euro, nel calciomercato attuale, è troppo bassa per proteggere il miglior difensore della scorsa stagione di Serie A dagli assalti delle grandi europee. È stato il Bayern Monaco ad arrivare per primo.

La vera impresa del calciomercato del Napoli è stata quella di trattenere sia Victor Osimhen che Khvicha Kvaratskhelia, fondamentali per la vittoria del terzo scudetto della storia della società. Per il resto nessun movimento, oltre al gran numero di giovani dati in prestito. ©

📸 Credits: Unsplash

Attento alle tendenze e profondo conoscitore della stampa estera, è laureato in Storia del giornalismo all’Università degli Studi di Milano. Dinamico, appassionato e osservatore acuto, per il Bollettino si occupa principalmente del mondo dello sport legato a quello finanziario e del settore dei videogiochi, oltre che delle novità del comparto tecnologico e di quello dell’energia.