sabato, 13 Aprile 2024

Il modello di salvataggio Credit Suisse miete vittime: Deutsche in caduta libera tira giù le Borse

Deutsche

Il modello di salvataggio di Credit Suisse, comprata da Ubs con l’azzeramento di bond At1 per un valore di 16 miliardi di dollari, sta mietendo vittime. Due banche tedesche hanno deciso di non rimborsare le loro obbligazioni At1, utilizzate da quasi tutti gli istituti per aumentare il capitale. Precisamente Deutsche Pfandbriefbank (PBB) e Aareal Bank stanno decidendo di rinnovare le obbligazioni in scadenza ad aprile e non pagarle, a costo di aumentare il rendimento che potrebbe salire al 9%. Una mossa che non è piaciuta al mercato, sentitosi tradito. Per questo sono scattate le vendite su tutti i bancari, già segnati dalla crisi creditizia che continua a mordere gli istituti regionali americani dopo il crac di Silicon Valley Bank.

Super penalizzate sono in primis le grandi banche tedesche, da Commerz (-9,5) a Deutsche Bank (-13,8), quest’ultima in calo da tre giorni di fila. Deutsche Bank ha visto schizzare in alto i cosiddetti Cds, credit default swap, ovvero l’assicurazione che si paga in caso di fallimento. Si tratta del maggior aumento giornaliero dei Cds di Deutsche mai registrato, secondo i dati Refinitiv.

A cascata precipitano anche i titoli bancari italiani, pesi massimi all’interno del paniere di Piazza Affari. Il Ftse Italia banche alle 11.30 perde quasi il 5 per cento e il listino principale cede oltre il 2,6%.

Ora il mercato attende un intervento da parte delle autorità finanziarie, dai governi alle banche centrali, per evitare una spirale negativa che può portare a un caos finanziario. ©

Photo by JohannesCompaan on Canva.com

Classe 1977. Giornalista. Lavoro all’agenzia di stampa Green Economy Agency, dove seguo il mercato dell’energia e non solo. Ex vicedirettore di Libero. Da sempre appassionato di economia e finanza, su il Bollettino scrivo la rubrica “Buy Buy, cosa succede in Borsa”, dove racconto gli spunti della seduta appena conclusa e segnalo appuntamenti e possibili titoli da seguire per il giorno successivo.