domenica, 26 Maggio 2024
Sommario

L’Italia di Luciano Spalletti affronta alla National Arena di Skopje la Macedonia del Nord pensando già alla gara di martedì contro l’Ucraina. L’obietto è di blindare la qualificazione a Euro 2024, allontanando gli spettri del mancato Mondiale in Qatar.  Ma quanto vale la rosa dell’ex tecnico del Napoli? 

Gli azzurri più preziosi

L’organigramma tecnico dei due volte Campioni d’Europa e quattro volte Campioni del Mondo vale 774 milioni. 29 i giocatori. Una top-5 di atleti con il valore di mercato più alto. Al primo posto troviamo Nicolò Barella (unico giocatore italiano ad esser stato nominato nella lista per il pallone d’oro 2023-24). Il valore del cartellino del centrocampista nerazzurro si aggira attorno ai 75 milioni di euro. Segue il compagno di squadra Alessandro Bastoni (60 milioni); mentre Sandro Tonali (ceduto dal Milan al Newcastle in estate) ha una valutazione di 50 milioni di euro. Appena fuori dal podio Gianluigi Donnarumma (45 milioni); chiude la speciale classifica l’esterno della Juventus Federico Chiesa (40 milioni) il quale sarà  assente sia con la Macedonia del Nord sia con l’Ucraina a causa di un problema muscolare. 

Il caso Mancini

Il contratto dell’ormai ex C.T. Mancini sarebbe stato valido fino al 2026, con una retribuzione annuale di circa 4 milioni più eventuali bonus. Il trasferimento in Arabia Saudita dell’ex centrocampista di Lazio e Sampdoria ha spiazzato la Federazione. Il tecnico è stato designato dal Principe Mohammed bin Salman per fare da guida tecnica alla nazionale araba, in vista delle qualificazioni ai Mondiali del 2026. Mancini incasserà 25 milioni netti all’anno per un totale di 90 milioni fino al 2027, cifre incomparabili con quelle del nostro Paese, specie per Luciano Spalletti, chiamato a sostituirlo con l’obiettivo di raggiungere i prossimi campionati europei in Germania. L’allenatore di Certaldo percepirà uno stipendio da 2,8 milioni di euro più bonus.

La missione della Nazionale

Quello che rimane da definire sul destino della Nazionale è quanto sia vitale qualificarsi per gli Europei 2024 e per i Mondiali 2026 in America, oltre alla volontà di ripetere i successi agli Europei 2020 e di riscattarsi dopo la disfatta in Qatar. 
Nel primo caso, dopo il guadagno di 600 milioni netti percepiti nella scorsa edizione, la UEFA ha stanziato 300 milioni da distribuire alle 23 nazionali (più la Germania) che usciranno vincitrici dalla fase a gironi, considerando una previsione di ricavi record pari a 6,5 miliardi. Le partite contro la Macedonia del Nord a Skopje e quella a San Siro contro l’Ucraina di martedì saranno decisive e fondamentali in chiave qualificazione. L’Italia al momento si trova al terzo posto in classifica, un ulteriore passo falso come quello contro l’Inghilterra condannerebbe la squadra di Luciano Spalletti al terzo posto e alla conseguente eliminazione. GRUPPO C: Inghilterra 12, Ucraina 6; ITALIA, Macedonia del Nord 3; Malta 0. ©

📸 Credit: Canva

Giornalista pubblicista, amante del mondo del calcio. Laureato in Scienze Motorie Sportive all'Università degli Studi di Brescia, per il Bollettino mi occupo principalmente di sport, spettacoli e cultura.