giovedì, 23 Maggio 2024

Valentino Rossi: a quanto ammonta il suo patrimonio?

Sommario

Il successo economico di Valentino Rossi va ben oltre i premi delle gare e i contratti di sponsorizzazione. Il Dottore, soprannominato in questo modo dai suoi fan, è l’unico azionista a gestire ben cinque società legate al mondo delle corse, e ognuna di esse gioca un ruolo chiave nel suo impero economico. 

Il pentagono di Rossi

La VR46 s.r.l. è l’azienda del motociclista che gestisce una serie di attività connesse alle corse. Con un fatturato di 3,3 milioni, la società Test Track Srl cura il famoso Ranch di Valentino Rossi, una pista da cross nelle Marche. Non solo luogo di allenamento, è diventato un’attrazione per altri piloti con i ricavi che sfiorano i 764 mila.
Il VR/46 Team partecipa al campionato MotoGP, portando avanti il nome del campione anche dopo il suo ritiro. I ricavi, commisurati ai costi, sono tra i più redditizi, con 16,8 milioni. Infine la VR/46 Riders Academy e VR/46 Racing Apparel che portano rispettivamente nelle casse di Valentino Rossi un utile di 429 mila euro e 15,4 milioni. 

 La carriera fuori dalla pista

Il Dottore nove volte campione del mondo ha dimostrato di essere un vero campione anche fuori dalla pista. Sebbene abbia abbandonato la sua carriera da pilota nel 2021 per dedicarsi al settore automobilistico, la MotoGP continua ad essere il principale business del pilota italiano. Considerando gli ingaggi e gli accordi di sponsorizzazione, Rossi ha guadagnato una media di circa 20 milioni di euro all’anno da quando è entrato nella classe regina del motociclismo. Nessuno sportivo italiano può vantare un profitto così elevato e duraturo. Tra il 2000 e il 2017, ha accumulato una cifra superiore ai 350 milioni di euro.

Conti in ascesa

Nel 2022, l’anno successivo al ritiro del motociclista, i conti delle sue società hanno visto un notevole incremento. In totale, le cinque società hanno registrato ricavi per 38,5 milioni, rispetto ai 21,9 milioni del 2021. Tuttavia, i costi complessivi ammontano a 40,4 milioni, portando a un risultato netto aggregato negativo di 2 milioni. Nonostante questo il pilota originario di Urbino ha una solida base patrimoniale con circa 13,7 milioni e un’importante liquidità di 20,5 milioni. Questo dimostra che Valentino Rossi è ben posizionato per sostenere la crescita del suo impero economico nei prossimi anni.

Giornalista pubblicista, amante del mondo del calcio. Laureato in Scienze Motorie Sportive all'Università degli Studi di Brescia, per il Bollettino mi occupo principalmente di sport, spettacoli e cultura.