• sabato, 1 Ottobre 2022

I 5 MAGGIORI PRODUTTORI DI ENERGIA PULITA

DiSimona Sirianni

1 Marzo 2021

La transizione verde premia in termini di valore di mercato. E la capitalizzazione delle “green supermajors” dell’energia ha superato quella delle compagnie petrolifere. Tra le 5 grandi aziende “occidentali” dell’energia pulita, rivali della gigantesca Chine Energy Group (CEIG non quotata), primo produttore di rinnovabili al mondo, spicca

ENEL, con una Capacità installata di 46 GW e 190 miliardi di dollari di investimenti futuri previsti fino al 2030, è campione nazionale dell’elettricità, nonché la più grande utility europea, operante in oltre 30 paesi tra cui Italia, Spagna, Brasile, Olanda e Germania. La creazione nel 2008 di Enel Green Power, dentro la quale sono confluite tutte le attività di energia pulita, l’ha resa la più grande società al mondo per capacità installata, con l’obiettivo di raggiungere i 60GW entro il 2022 e il 120 GW entro il 2030. 

Le altre quattro, dalla più piccola alla più grande, sono: 

ORSTED, leader danese nel settore dei parchi eolici offshore (in mare), con una capacità installata nelle rinnovabili 11GW e 32 miliardi di dollari di investimenti futuri, tra il 2019 e il 2025. La società negli ultimi anni ha ceduto quasi tutti i suoi asset dei combustibili fossili per trasformarsi in un player quasi interamente rinnovabile. 

BROOKFIELD RENEWABLE PARTNERS (Capacità installata nelle rinnovabili 19 GW, investimenti futuri 7 miliardi di dollari fino al 2025), holding di investimento canadese (quotata a NY). La società attualmente genera il 68% del fatturato dall’idroelettrico, il 19% dall’eolico, il 9% dal solare e il 4% dallo stoccaggio di energia. A differenza degli altri player, BRP Investe molto aggressivamente rispetto alle sue dimensioni, con una pipeline di ulteriori 18GW da sviluppare nei prossimi anni (compensata tuttavia da un ammontare di debito più elevato).

NEXTERA ENERGY (Capacità installata nelle rinnovabili 22 GW, investimenti futuri 60 miliardi di dollari tra il 2019 e il 2022), un’utility basata in Florida e attualmente il produttore numero uno nelle rinnovabili (ma il quarto per capacità installata). NextEra si occupa di distribuire energia (circa il 60% del fatturato) da varie fonti energetiche e di produrre energia da fonti pulite, circa il 40%.

IBERDROLA (Capacità installata nelle rinnovabili 34 GW, Investimenti futuri 88 miliardi di dollari tra il 2020 e il 2025), è il primo produttore di energia eolica al mondo e il secondo player per capacità installata nelle rinnovabili con l’obiettivo di arrivare a 60GW di capacità installata nelle rinnovabili entro il 2025 e a 95GW nel 2030. Presenta un’esposizione equilibrata sia a livello geografico che a livello di business tra la stabilità delle reti di distribuzione (55% dei margini) produzione di elettricità da fonti fossili e nucleare (25%) e produzione da rinnovabili (20% ma in forte espansione). Come dimostra il forte allineamento tra quotazioni e target price, Iberdrola è un titolo molto prevedibile e ultimamente scambia a sconto rispetto alle attese degli analisti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *