sabato, 13 Aprile 2024

Tesla abbassa i prezzi: competizione spietata o nuova era per l’elettrico?

tesla

Dopo mesi di corsa, spinta dall’inflazione e dalla crisi dei semiconduttori, il mercato delle auto elettriche cambia rotta. È stato Elon Musk a cominciare, ritoccando i listini delle Tesla di migliaia di euro. La più famosa azienda produttrice di auto elettriche al mondo abbassa i prezzi di tutti i suoi modelli, spaventando la concorrenza, mentre l’Europa si prepara ad abbandonare le auto a combustione. Una mossa del miliardario sudafricano per scuotere il mercato, o una nuova era dell’elettrico?

La transizione verde del settore

Il mercato delle auto elettriche è sotto osservazione da quando l’Unione Europea ha annunciato la messa fuori commercio delle vetture a combustione dal 2035 e il divieto di circolazione delle stesse dal 2050.

L’elettrificazione forzata ha spinto i prezzi in Europa, sia delle auto elettriche sia delle ibride. Secondo il Centro Studi Fleet&Mobility dal periodo pre pandemia si è verificato un aumento nei listini del 24%, del 7% soltanto nel 2022.

Questi prezzi hanno generato profitti notevoli per le case automobilistiche. Il solo mercato italiano, con un volume di 1,3 milioni di unità, ha fatto registrare 35 miliardi di introiti. 

tesla

Le decisioni dell’Unione Europea causeranno un aumento della domanda di auto elettriche inevitabile. Questa nuova svolta al ribasso appare quindi come una possibilità per facilitare la transizione energetica

Significherà però anche che le aziende europee, rimaste indietro rispetto a quelle asiatiche e americane sul comparto elettrico, si troveranno ad affrontare una competizione ancora più spietata.

Tesla, giù i prezzi. Musk guida una nuova rivoluzione

Model 3 cala di 12.500 euro, Model Y di 5.000 e alcuni competitor cinesi hanno già seguito l’esempio dell’imprenditore sudafricano. Anche Ford ha annunciato che taglierà il prezzo del suo Mustang Mach-E del 8,8%.

La normalizzazione del mercato dei semiconduttori, peraltro solo parziale, da sola non spiega queste variazioni. Non sono le materie prime né la componentistica a determinare i nuovi listini. Tesla ha scosso il mercato e l’effetto potrebbe sentirsi anche sulle auto tradizionali.

Attento alle tendenze e profondo conoscitore della stampa estera, è laureato in Storia del giornalismo all’Università degli Studi di Milano. Dinamico, appassionato e osservatore acuto, per il Bollettino si occupa principalmente del mondo dello sport legato a quello finanziario e del settore dei videogiochi, oltre che delle novità del comparto tecnologico e di quello dell’energia.