Abbonati
giovedì, 30 Marzo 2023

Come faccio un’analisi di Borsa? Scrivici 📩 risparmio@ilbollettino.eu

Analisi

Mi incuriosisce molto il concetto di analisi tecnica dei mercati finanziari, ma in pratica come funziona? (Valeria, Brescia)

L'analisi tecnica ci dà la possibilità di analizzare e stimare quelle che potrebbero essere, mediante l'andamento storico dei prezzi, le variazioni dello strumento finanziario che vogliamo prendere in considerazione.

Questo studio è la base per chi effettua a breve, medio e lungo periodo, mediante vari indicatori.

Principio dell'analisi tecnica

Il principio fondamentale dell'analisi tecnica è che le quotazioni scontano le informazioni disponibili. Da ciò deriva che i prezzi si muovono in base a un e in modo ciclico, come le stagioni.
Il punto è basato principalmente sulla psicologia delle persone e sul comportamento che hanno in situazioni simili.

Per i trend, che rappresentano l'andamento dei prezzi in un determinato periodo, parliamo di direzione al rialzo, laterale oppure al ribasso. Ãˆ necessario riuscire a capire quando c'è un passaggio dall'una all'altra fase. Le direzioni possono avere una durata di lungo (superiore a 1 anno), medio (1-3 mesi) e breve periodo (inferiore a 1 mese).

I grafici utilizzati, per l'analisi tecnica in un arco di tempo sono:

  • A linee, per determinare la chiusura del relativo sottostante.
  • A barre e candele, per valutare i minimi e i massimi.
  • A punta e figura, per trovare i movimenti più importanti.

Gli indicatori

L'indicatore maggiormente conosciuto, anche da chi non ha una conoscenza approfondita dell'analisi tecnica, è la media mobile; che è appunto la media di un prezzo in un determinato periodo, in base a questo analizziamo la tendenza.

Con questo e altri strumenti è possibile analizzare e prevedere l'andamento dei prezzi, per fare trading e individuare le tendenze per entrare e uscire.

La tecnologia ha estremizzato questi concetti, che sono diventati sempre più rapidi e a volte imprevedibili.
I rischi di questa tecnica, riguardano i cosiddetti “falsi segnali” che possono non trovare conferma e la componente umana nell'interpretarli.

Il segnale, se confermato, deve essere seguito e non attendere in base alla “sensazione” personale.
Usare più indicatori e oscillatori permette di analizzare meglio le tendenze.

L'analisi tecnica non è per tutti e per metterla in atto c'è bisogno di studio e applicazione.

Risposte a cura di Alessandro Fatichi, podcast La finanza amichevole

Marco Castrataro si laurea in Economia, Diritto e Finanza d’impresa presso l’Insubria di Varese. Dopo un'esperienza come consulente creditizio ed un anno trascorso a Londra decide di dedicarsi totalmente alla sua passione, rendere la finanza semplice ed accessibile a tutti. Oltre a gestire la rubrica “l’esperto risponde”, scrive di finanza, crypto, energia e sostenibilità. Per contatti: risparmio@ilbollettino.eu