lunedì, 22 Aprile 2024

L’eredità cinica di Berlusconi, che guadagna mentre lui sta male

Mediaset vola in Borsa. Le azioni di MFE guadagnano il 5% alla notizia del ricovero in ospedale di Silvio Berlusconi. Si tratterebbe di una manovra speculativa, in vista di una possibile cessione della società da parte dei figli. Ma di chi è, ad oggi, Mediaset?

Fininvest e Mediaset: l’assetto proprietario dei Berlusconi

MFE, società in cui sono confluite le varie anime di Mediaset, è la più importante delle società della famiglia Berlusconi. Fattura oltre 4 miliardi all’anno, con utili attorno ai 300 milioni. È controllata, dopo la fusione con Mediaset España, da Fininvest per il 48,2%, con la francese Vivendi come secondo azionista al 23,35%. 

Fininvest è a sua volta controllata interamente dalla famiglia Berlusconi, ma con un assetto proprietario complesso. Se la spartiscono sette holding, quattro delle quali direttamente riconducibili a Silvio Berlusconi, che compongono il suo 61% di quota della società. 

Delle altre, due sono rispettivamente di Marina e Pier Silvio Berlusconi, i figli del Cavaliere avuti dal primo matrimonio, e l’ultima è equamente divisa tra i figli avuti da Veronica Lario. Marina e Pier Silvio, che ricoprono i ruoli di consigliere e amministratore delegato di MEF, hanno il controllo del 7,65% delle azioni di Fininvest ciascuno, mentre Barbara, Eleonora e Luigi del 7,13%.

Cosa sta succedendo alle azioni di Mediaset

Le vicende di salute di Silvio Berlusconi hanno spinto le azioni di MEF in Borsa, nonostante sembri controintuitivo. Si tratterebbe però di movimenti speculatori: la scommessa dei compratori è quella di un passaggio di proprietà dell’azienda. Il titolo ha chiuso ieri in rialzo del 5%.

Il fermissimo controllo che i Berlusconi esercitano sul gruppo esclude, o quantomeno rende remota, una scalata ostile. L’idea però è quella che Vivendi, che già in passato aveva tentato di prendere il controllo di Mediaset, possa proporre un’OPA amichevole.

Un accordo con i cinque figli Berlusconi, per rilevare una parte o l’interezza delle loro quote. Eventualità a cui i figli del secondo matrimonio sarebbero già pronti, avendo distaccato le partecipazioni in Fininvest della loro holding H14 dal resto dei loro investimenti.

Attento alle tendenze e profondo conoscitore della stampa estera, è laureato in Storia del giornalismo all’Università degli Studi di Milano. Dinamico, appassionato e osservatore acuto, per il Bollettino si occupa principalmente del mondo dello sport legato a quello finanziario e del settore dei videogiochi, oltre che delle novità del comparto tecnologico e di quello dell’energia.