sabato, 13 Aprile 2024

A differenza del trading, investire in Borsa significa mettere i propri risparmi in diversi strumenti finanziari, come azioni, ETF o bond, con l’obiettivo di far crescere il proprio capitale nel lungo termine.

Una delle principali differenze tra investire e fare trading riguarda l’orizzonte temporale. Gli investitori tendono a mantenere le loro posizioni per periodi più lunghi, che possono durare da alcuni mesi a diversi anni. I trader, d’altra parte, mantengono le loro posizioni per periodi più brevi, che variano da pochi minuti a qualche settimana.

I trader effettuano molte più transazioni rispetto agli investitori. Ciò significa che i trader sono più attivi nel mercato. Gli investitori, invece, comprano e mantengono gli strumenti finanziari per un periodo più lungo, cercando di beneficiare della crescita complessiva del mercato nel tempo.

Fare trading comporta generalmente un livello di rischio più elevato. Questo perché i trader cercano di sfruttare le fluttuazioni dei prezzi a breve termine, che sono più difficili da prevedere e possono portare a perdite significative. Gli investitori, invece, hanno un approccio più conservativo e mirano a ridurre il rischio diversificando il loro portafoglio. 

I trader si affidano spesso all’analisi tecnica per identificare le opportunità. L’analisi tecnica si concentra sull’analisi dei grafici dei prezzi e dei volumi e cerca di prevedere i movimenti futuri dei prezzi. Gli investitori, invece, si concentrano sull’analisi fondamentale, che implica lo studio delle informazioni finanziarie e qualitative delle aziende e dei mercati per determinare il valore intrinseco degli strumenti finanziari.

Investire e fare trading sono due approcci diversi per partecipare ai mercati finanziari. L’investimento è più conservativo, mentre il trading è più aggressivo e si concentra sulle opportunità di profitto a breve. Entrambe le strategie hanno i loro vantaggi e svantaggi, e la scelta tra le due dipenderà dagli obiettivi finanziari, dalla tolleranza al rischio e dall’esperienza del risparmiatore. ©

Laureato in Economia, Diritto e Finanza d’impresa presso l’Insubria di Varese, dopo un'esperienza come consulente creditizio ed un anno trascorso a Londra, decido di dedicarmi totalmente alla mia passione: rendere la finanza semplice ed accessibile a tutti. Per Il Bollettino, oltre a gestire la rubrica “l’esperto risponde”, scrivo di finanza, crypto, energia e sostenibilità. [email protected]