domenica, 16 Giugno 2024

Definizione: il CAPM (Capital Asset Pricing Model) è uno strumento utile ad avere un’idea di quanto si dovrebbe guadagnare da un investimento in Borsa.

Spiegazione: Consente di ottenere e monitorare l’andamento del valore della Securities Market Line, la soglia che è preferibile non valicare per non incorrere in operazioni finanziarie troppo pericolose per le tasche dell’investitore. Applicando la formula del CAPM è possibile con un metodo semplice e intuitivo mettere in relazione il rischio con il rendimento di un titolo. Tale calcolo si basa sulla relazione tra i ricavi attesi dalla negoziazione, la domanda e l’offerta di mercato di azioni e obbligazioni. Il risultato è espresso in termini percentuali e definisce quale saranno gli utili che ci si può attendere da una determinata operazione finanziaria.

Come si calcola: Tecnicamente si somma il Risk-Free Rate (il rendimento senza rischio come quello dei Titoli di Stato) a Beta (l’indice di quanto è rischiosa un’operazione) moltiplicato per il valore risultante dalla sottrazione tra il Market Return (il rendimento medio totale del Mercato) e il Risk-Free Rate. Teoricamente se abbiamo un Risk-Free Rate del 2%, un Market Return dell’8% e un beta di 1,5 il rendimento atteso del titolo sarà dell’11%. Come? 2 + [1.5 x (8-2)] = 11. Questo numero influenzerà le decisioni del risparmiatore che potrà così orientarsi un po’ meglio nell’universo della finanza.  ©

📸 Credits: Canva

Giornalista professionista appassionata di geopolitica. Per Il Bollettino mi occupo di economia e sviluppo sostenibile. Dal 2005 ho lavorato per radio, web tv, quotidiani, settimanali e testate on line. Dopo la laurea magistrale in Giornalismo e Cultura Editoriale, ho studiato arabo giornalistico in Marocco. Ho collaborato a realizzare in Saharawi il documentario La sabbia negli occhi e alla stesura della seconda edizione del Libro – inchiesta sulla Statale 106. Chi è Stato?