martedì, 27 Febbraio 2024

Sampdoria, Lanna punta al calciomercato ma i conti sono in rosso: buco da 100 milioni di euro

DiRedazione

6 Gennaio 2022

Marco Lanna è il nuovo presidente della Sampdoria. Tra i suoi compiti anche quello di fare calciomercato a gennaio. Per il momento solo due uscite per ridurre il monte ingaggi

La nomina di Marco Lanna a presidente della Sampdoria dà una spinta positiva al club genovese che, però, ha ancora tanta strada in salita da fare. Il dopo Massimo Ferrero vede l’uscita di scena dal Cda del club di Corte Lambruschini anche di Vidal (che mantiene solo il ruolo di tustee del Trust Rosan in cui è finita la Sampdoria), Giuseppe Profiti, Enrico Castanini e Paolo Fiorentino. Entrano Gianni Panconi, Alberto Bosco e l’avvocato Antonio Romei. Uomini che avranno il compito di cercare un nuovo acquirente per il cambio di proprietà. Una proprietà che dovrà coprire un buco di almeno 100 milioni di euro, forse anche 120. Sono queste le previsioni per l’ultimo bilancio in casa blucerchiata. 

Settanta milioni sarebbero i debiti accumulati dalla gestione Ferrero verso le banche e tutti rateizzati. Una quindicina vanno a coinvolgere gli investimenti immobiliari fatti nel Comune di Bogliasco, vicino al capoluogo ligure, che riguardano il restyling del centro sportivo, Casa Samp e il complesso immobiliare che ospiterà a partire dal 2022 la nuova sede. I principali verso il Credito Sportivo (8.5 milioni di euro) e Banca Carige (5 milioni di euro).

CALCIOMERCATO SAMPDORIA, MARCO LANNA DOVRA’ CERCARE DI RINFORZARE LA SQUADRA NONOSTANTE I CONTI IN ROSSO

Sampdoria, Lanna pensa al calciomercato ma i conti sono in rosso: buco da 100 milioni di euro

LEGGI ANCHE BUSINESS SCI IN CRESCITA DEL 10%: CANTARO, FISI: «RICAVI PER 30 MILIONI DI EURO, NON SUCCEDEVA DA 20 ANNI»

Si tratta di circa 55 milioni che arrivano da Sace da rimborsare in rate trimestrali. Le prime sono scattate nello scorso marzo altre si accendono in questo dicembre e altre ancora nel 2022.

Altri 25 milioni di debiti sono riconducibili al factoring, a tutti gli effetti dei crediti che la Sampdoria vanta verso terzi e che sono stati anticipati dalle banche.

Ad esempio con Flatex Bank per circa 13.5 milioni di euro relativi al trasferimento di Andersen al Lione e i 3.5 milioni di euro per quello di Kownacki al Fortuna Dusseldorf. Un’operazione simile è stata portata avanti anche con Banca Sistema (7 milioni di euro) a fronte della cessione di crediti per i diritti televisivi.

Una situazione che complica anche la gestione del calciomercato necessario per rinforzare la squadra di D’Aversa. L’intenzione del club è di provare a fare cassa, se arriveranno offerte allettanti per i suoi uomini migliori, considerando che seconde linee come Dragusin e Ciervo sono state promosse dal tecnico e questo potrebbe accelerare la partenza di qualche titolare. Thorsby è un uomo imprescindibile ma in presenza di cifre interessanti la Samp le valuterà. E lo stesso discorso vale per Omar Colley. Da definire anche il caso-Ihattaren: la Juventus dovrà in qualche modo compensare la sua fuga in patria con l’arrivo di un altro suo giocatore…

Foto in evidenza Bertrand Gabioud – Unsplash

Luca Uccello

Twitter @lucaucce