venerdì, 19 Aprile 2024

La tiepida risposta del lusso europeo alla moda parigina

moda parigi lusso mercati borsa

La settimana della moda parigina entra nel vivo e il lusso europeo chiude con un tiepido rialzo in Borsa. Milano ha passato il testimone per le tendenze fashion femminili per il prossimo autunno inverno alla Ville Lumière il 27 febbraio. Ma è da ieri che hanno preso il via gli alcuni degli appuntamenti più attesi. Dior e Saint Laurent per iniziare, seguiti oggi da maison come The Row e Dries Van Noten. A chiudere la giornata alle 20:30 sarà Balmain. Ma come hanno reagito i mercati azionari? Semplicemente bene. Nel senso che non ci sono stati balzi vertiginosi, ma in generale le maison del lusso hanno chiuso la seduta di oggi a segno più.

I colossi francesi in Borsa

Vediamo come hanno preformato i giganti del lusso francesi. Kering, gruppo a capo di Saint Laurent, ha chiuso la seduta di oggi +1,21% a per azione. Meno brillanti ma pur sempre positive le performance del suo rivale Lvmh. Il colosso di Bernard Arnault ha terminato la giornata con un molto poco entusiasmante +0,41%. Tra i suoi marchi: Dior ha sfilato nel pomeriggio del 28 febbraio; domani sarà il turno di Givenchy, mentre dovremo ancora aspettare a lunedì 6 per vedere la collezione del prossimo autunno inverno di Louis Vuitton. Invece in rosso, o meglio, in negativo i titoli di Hermès (la cui collezione andrà in scena sabato 4 marzo). Che hanno visto una lieve flessione dello 0,26 per cento.

E i gruppi di moda italiani invece?

Partiamo da Moncler, che giusto ieri ha condiviso dei risultati annuali che hanno superato le attese. L’azienda guidata da Remo Ruffini ha chiuso il 2022 con oltre 2,6 miliardi di euro di fatto, in crescita del 27% a cambi correnti (+25% a cambi costanti). Risultato che ha battuto le precedenti stime che si aggiravano intorno a 2,53 miliardi. Ad ogni modo, il gruppo ha chiuso la seduta di guadagnando 3,29 punti percentuali a 59,7 euro per azione, dopo i picchi della mattinata a oltre 62,5 euro per azione. Bene anche per Ferragamo (+2,28%), Brunello Cucinelli (+0,75%) e Tod’s (+0,11%). Mentre chiude in negativo il gruppo Aeffe ( a capo di Moschino e Alberta Ferretti), le cui azioni hanno perso nella seduta odierna 0,62 punti percentuali. ©



Photo: Canva

Dopo gli studi universitari in relazioni internazionali e un master in Communication & brand management inizia subito a lavorare nella moda a Milano. Scrive a tempo pieno per diverse testate occupandosi di business, moda, lusso e design. La conoscenza finanziaria maturata nell'editoria e l’occhio per le ultime tendenze sono i suoi punti di forza.