martedì, 16 Aprile 2024

Juve-Milan: ultima chiamata per la Champions

Sommario

È per un “dentro o fuori” per l’Europa che conta il match dell’Allianz Stadium tra la Juventus di Massimiliano Allegri e il Milan di Stefano Pioli. Una sfida eterna che mette di fronte due formazioni, che hanno dovuto ingoiare bocconi amari sul palcoscenico internazionale. La Vecchia Signora nella doppia sfida contro il Siviglia in semifinale di Europa League, mentre Il Milan in occasione dell’euro derby contro l’Inter. Si prospetta uno scontro equilibrato e aperto a diversi scenari, visto il bilancio in questi ultimi mesi delle due squadre.

Juventus, buco finanziario di 333 milioni di euro

La Juventus è entrata ufficialmente in rosso nel primo semestre 2022/23, con un indebitamento finanziario che ammonta a 333 milioni di euro a Dicembre. Secondo i dati della relazione finanziaria del consiglio di amministrazione approvati nel mese di Marzo 2023, a influire su questa situazione economica-finanziaria sono stati i resoconti, verificati sulle plusvalenze registrate dal 2018 al 2020.
La Juventus, attualmente, si trova al settimo posto dopo la penalizzazione di 10 punti in classifica da parte della FIGC sulla manovra legata alle plusvalenze. Il rischio di essere omessi dalla prossima edizione della Champions League si fa sempre più concreto e la società del fondo olandese Exor, registrerebbe una perdita di 85 milioni di euro.

Milan, leggero calo dei diritti televisivi rispetto al 2021 

Il Milan invece, favorito dai diritti televisivi con 84.5 milioni di euro, ha chiuso il primo semestre a 144 milioni, con un utile di 9.8 (in crescita rispetto la passata stagione).
In leggera flessione, invece, il complessivo dei costi della società: 148.6 milioni di euro contro i 151.1 milioni della precedente annata.
La squadra di Stefano Pioli è quarta in classifica e gli basterebbe un pareggio per essere certa di partecipare alla prossima Champions League.
In parallelo alle vicende di “campo” prosegue il boost sui ricavi della società, previsto a 80 milioni di euro, per il nuovo San Siro.

Le due squadre puntano a rafforzare il rispettivo organico in vista della prossima stagione 

La qualificazione alla prossima Champions League mette sul piatto d’argento un introito di 25.64 milioni di euro. Interessanti anche i movimenti nelle fasi preliminari di calciomercato. Il target comune è Davide Frattesi, centrocampista del Sassuolo, il cui valore stillato dal Sassuolo è di 20 milioni.
Sull’altro fronte la Juventus deve monitorare la situazione legata ai contratti in scadenza.
Pesano, infatti, le situazioni legate ad Adrien Rabiot e Angel Di Maria (€25 M): a cui si aggiungono i casi di Leandro Paredes (€22 M) e Arkadius Milik (€7 M).
Ma non termina qui perché gli effetti indesiderati della squalifica UEFA potrebbero portare i bianconeri a rinunciare anche a Federico Chiesa (€72 M) e Dusan Vlahovic (€75 M).
Il MIlan, invece, cercherà di rinnovare il contratto a Rafael Leao; oltra a dare una seconda chance a Charles De Ketelaere (esborso economico di 35.5 milioni del mercato estivo). La proprietà rossonera punta, inoltre, a contendersi con le “big” d’Europa Milinkovic-Savic (€60 M) e Morata (€25.6 M). ©

📸 Credit: Unsplash

Giornalista pubblicista, amante del mondo del calcio. Laureato in Scienze Motorie Sportive all'Università degli Studi di Brescia, per il Bollettino mi occupo principalmente di sport, spettacoli e cultura.