domenica, 16 Giugno 2024

Calciomercato Inter: la Champions e Onana finanziano la rivoluzione

Sommario
Inter

Non c’è un reparto dell’Inter che rimarrà uguale a quello dello scorso anno. Dalla porta all’attacco, dalle fasce ai centrali, la squadra di Simone Inzaghi è stata completamente rivoluzionata. A finanziare gli acquisti i fondi arrivati dalla finale di Champions League e dalla cessione di André Onana.

ACQUISTI (111 milioni di euro)

Acerbi (Dif, Lazio, D), Agoume (Cen, Troyes, FP), Colidio (Att, Tigre, FP), Males (Att, Basilea, FP), Sensi (Cen, Monza, FP), Thuram (Att, S), Frattesi (Cen, Sassuolo, D), Bisseck (Dif, Aarhus, D), Di Gennaro (Por, Gubbio, D), Cuadrado (Dif, S), Sommer (Por, Bayern Monaco, D), Audero (Por, Sampdoria, P), Carlos Augusto (Dif, Monza, P), Arnautovic (Att, Bologna, P), Sanchez (Att, S), Pavard (Dif, Bayern Monaco, D), Klaassen (Cen, S)

CESSIONI (132 milioni di euro)

Bellanova (Dif, Cagliari, FP), Cordaz (Por, S), Dalbert (Dif, S), D’Ambrosio (Dif, S), Dzeko (Att, S), Gagliardini (Cen, S), Handanovic (Por, S), Lukaku (Att, Chelsea, FP), Skriniar (Dif, S), Zanotti (Dif, San Gallo, P), Brozovic (Cen, Al-Nassr, D), Mulattieri (Att, Sassuolo, D), Vanheusden (Dif, Standard Liegi, P), Satriano (Att, Brest, P), Carboni (Att, Monza, P), Oristanio (Cen, Cagliari, P), Onana (Por, Manchester United, D), Radu (Por, Bournemouth, P), Francesco Pio Esposito (Spezia, P), Fontanarosa (Dif, Cosenza, P), Stankovic (Por, Sampdoria, P), Gosens (Dif, Union Berlino, D), Fabbian (Cen, Bologna, D), Lazaro (Cen, Torino, D), Correa (Att, Marsiglia, P), Salcedo (Att, Eldense, P)

BILANCIO (al netto dei riscatti): +21 milioni di euro

Il mercato in entrata dell’Inter

L’Inter ha cambiato radicalmente i suoi interpreti in questa sessione di mercato. A cominciare dalla porta, dove sono arrivati ben tre giocatori, Yann Sommer, Emil Aureo e Raffaele Di Gennaro. La difesa di Inzaghi è stata rafforzata con l’entrata di Yann Bisseck, mentre le fasce si sono arricchite di giocatori come Juan Cuadrado, Carlos Augusto e Benjamin Pavard.

A centrocampo il colpo più importante è stato Davide Frattesi, ma attenzione anche al rientro dal prestito di Stefano Sensi. L’attacco è stato quasi completamente rinnovato, con gli arrivi di Marko Arnautovic, Marcus Thuram e il ritorno di Alexis Sanchez. Nelle ultime ore di mercato è arrivato anche Davy Klaassen a parametro zero.

Spesa totale circa 54 milioni di euro, a cui potrebbero aggiungersi riscatti dei giocatori presi in prestito per una cifra attorno ai 57 milioni. Più di 110 milioni spesi, un investimento importante per puntare a confermarsi in Europa e tornare a contendere lo scudetto in Italia.

Il mercato in uscita dell’Inter

L’Inter ha dovuto eseguire queste manovre con una particolare attenzione ai conti. I nerazzurri erano infatti obbligati dalla UEFA a finanziare il proprio mercato con la vendita di calciatori. Obiettivo raggiunto, dato che la società ha incassato 132 milioni di euro. Cifra ottenuta grazie alla cessione di Onana, Andrea Pinamonti, Marcelo Brozovic e Robin Gosens, oltre che a una serie di giovani ed esuberi.

Anche mettendo nel conto delle spese i riscatti obbligatori quindi, i nerazzurri sono riusciti a mantenere un bilancio positivo. Gli obblighi verso il Fair Play Finanziario sono stati quindi rispettati e la squadra può ora tentare nuovamente di raggiungere la finale della Champions League e tornare a vincere lo scudetto. ©

📸 Credits: Unsplash

Attento alle tendenze e profondo conoscitore della stampa estera, è laureato in Storia del giornalismo all’Università degli Studi di Milano. Dinamico, appassionato e osservatore acuto, per il Bollettino si occupa principalmente del mondo dello sport legato a quello finanziario e del settore dei videogiochi, oltre che delle novità del comparto tecnologico e di quello dell’energia.