mercoledì, 29 Maggio 2024

Quanto costa mantenere un figlio: tutte le spese

Sommario

Tra spese in aumento e un costo elevato della vita, i giovani adulti si ritrovano immersi in una campana di vetro. Così lasciare la casa dei genitori da cui dipendono economicamente diventa sempre più difficile…

Il sostegno dei genitori

La tendenza dei genitori a sostenere i figli adulti potrebbe essere destinata a durare ancora. Molti continuano a spendere per loro, persino a rischio di gravare finanziariamente mentre si avvicinano alla pensione o vivono con un reddito fisso.

Quanto costa mantenere un figlio?

Solo le spese per i beni necessari (ad esempio alimenti, casa e vestiti) sono di circa 530 euro al mese per i bambini tra 0 e 5 anni, circa metà del costo della vita di un adulto, secondo i dati Istat rielaborati dall’Università di Verona. Salendo con l’età si raggiungono i 390 euro mensili (il 40% del costo di un adulto) per i ragazzi dai 6 ai 18 anni. In prospettiva più ampia, al raggiungimento della maggiore età il mantenimento di un figlio costa circa 125mila euro e più del doppio se si aggiungono le spese per i beni non necessari (circa 258mila euro).

Le spese medie per figlio

Per un figlio di 16 anni, stando al quinto rapporto dell’Osservatorio Nazionale Federconsumatori su dati 2020, le spese medie di una famiglia con reddito disponibile netto di 34mila euro/anno sono così suddivise:

  • abitazione: 3.744,16 euro;
  • alimentazione: 1.956,32 euro;
  • trasporti e comunicazione: 1.615,35 euro;
  • abbigliamento: 782,13 euro;
  • salute: 637,68 euro;
  • educazione e cura: 1.617,56 euro;
  • altro: 1.116,18 euro.

All’anno si raggiungono in totale più di 11mila euro.

Il fattore età

La Generazione Z (18 e 27 anni) è quella che riceve maggiormente aiuto dei genitori, secondo l’ultimo studio di Savings.com. L’età media è di 22 anni, mentre i genitori sperano di portarli all’indipendenza finanziaria a 25 anni. Nonostante ciò, sono gli stessi genitori a continuare ad aiutare ben oltre questo limite. Il 21% degli intervistati aiuta i Millennial (28-43 anni) e la Generazione X (44-59 anni).

Quando gli italiani lasciano casa

In tutta l’Unione Europea, i giovani lasciano la casa dei genitori all’età di 26,4 anni in media (dati Eurostat). L’Italia è ai primi posti per maggiore età con una media di 30,0 anni (la Croazia è in cima alla classifica con 33,4). Sono gli uomini a fare più fatica a lasciare il nido materno, a 31 anni, contro ai 28 per le donne.

©

📸 Credits: Canva.com

Studentessa di Scienze della Comunicazione con una grande passione: il giornalismo. Determinata, ambiziosa, curiosa e precisa. Per Il Bollettino mi occupo di lifestyle in tutte le sue forme cercando di fornire una nuova prospettiva alla realtà che ci circonda.