domenica, 16 Giugno 2024

Il Manchester City passa al contrattacco e fa causa alla Premier

Sommario
ilbollettino-manchester-city-premier-league

È guerra aperta tra il Manchester City e la Premier League sul Fair play finanziario del campionato inglese. Dopo le violazioni delle regole contestate agli Sky blues nei mesi scorsi, adesso il club campione d’Inghilterra è passato al contrattacco, avviando un’azione legale contro lo stesso campionato d’Oltremanica. L’obiettivo è far riconoscere come illegali le regole introdotte nel 2021 sulle sponsorizzazioni da parti correlate.

Una clamorosa retrocessione?

La guerra tra i Citizens e la Premier League è in corso da tempo. Da una parte, al club guidato dallo sceicco Mansur Bin Zayd sono contestate 115 violazioni delle regole finanziarie del campionato inglese. Che, se accertate, potrebbero avere conseguenze importanti: dalle penalizzazioni in classifica (come capitato al Nottingham Forest, trovatosi con 4 punti in meno in classifica, e all’Everton, a cui ne sono stati tolti addirittura 10) a una clamorosa retrocessione in Championship.

Il City al contrattacco

Dall’altra parte, invece, la squadra mancuniana ritiene le norme discriminatorie. In particolare quelle relative alle sponsorizzazioni da parti correlate, ovvero da società che appartengono allo stesso proprietario del club. Nello specifico, le regole prevedono che gli accordi di questo tipo siano sottoposti a controlli rigidi da parte di enti indipendenti.

Gli alleati dei Citizens

Per gli Sky Blues, le entrate da sponsor legati alla proprietà costituiscono una parte importante dei ricavi: Etihad, la società aerea di proprietà di Mansur, versa nelle casse del club 200 milioni l’anno. Nella sua battaglia contro la Premier, la squadra di Josep Guardiola avrebbe un alleato, il Newcastle di proprietà del fondo arabo PIF.

Le violazioni contestate

Al City, comunque, vengono contestate diverse violazioni compiute tra il 2009 e il 2018. Oltre alla scarsa chiarezza delle sponsorizzazioni, anche i contratti di alcuni calciatori e allenatori tesserati nel corso degli anni sono finiti sotto osservazione. Nei mesi scorsi si era parlato di una sanzione economica (pari a oltre 400 milioni di sterline) per evitare la retrocessione o una penalità, ma la nuova mossa degli Sky Blues apre ora nuovi scenari. ©

📸Credits: Canva

Laureato in Storia, entro in contatto con il mondo del giornalismo ai tempi dell’università attraverso testate locali, per le quali mi sono occupato soprattutto di sport, mia grande passione, ma anche di politica, attualità e temi sociali. Dal 2021 sono un giornalista pubblicista. Per Il Bollettino scrivo di sport.