lunedì, 15 Luglio 2024
Sommario

Il social più popolare al mondo è in costante crescita. Dopo aver superato la soglia di 1 miliardo di utenti attivi mensilmente in tutto il mondo nel settembre 2021, con una percentuale del 62% di giovani sotto i 30 anni. La piattaforma di TikTok è stata una delle prime applicazioni ad aver superato i 3 miliardi di installazioni (383 milioni di primi download), sotto soltanto ai colossi Whatsapp, Messenger, Facebook e Instagram. 

TikTok, numeri in crescita anche in Italia

I dati sono evidenti anche nel nostro Paese, nel quale ha fatto registrare più di 18 milioni di utenti alla fine del 2022, pari al 31% della popolazione nazionale. Demograficamente parlando la piattaforma è disponibile in 155 Paesi, tradotta in 75 lingue diverse. Con una maggioranza di un pubblico femminile (57%) rispetto agli uomini, il 53% dei content creator, che generano profitti dai propri video, inizia la propria carriera lavorativa sul web tra i 18 e i 24 anni. 
Nel 2021 Forbes ha confermato che le migliori star del social hanno guadagnato un totale di 55 milioni di dollari, la cui metà sono entrate da sponsorizzazioni pubblicitarie. Tra gli adulti, invece, rimane ancora una questione piuttosto controversa l’utilizzo consapevole e ragionato di TikTok (il 37% afferma di apprezzare l’app in opposizione al 34%). 

L’applicazione supera la piattaforma di Instagram

Con un tempo di utilizzo in media di 52 minuti al giorno, l’intrattenimento che genera TikTok a livello mondiale ha incrementato il suo engagement power, per il quale ciascun utente passa tra le 21 e le 25 ore al mese nello scrolling di brevi video, superando quindi ogni barriera stabilita in precedenza dal gruppo Facebook.
Testimone di questa prima posizione in classifica è il fatto che sia, al momento, il social più citato e discusso su Internet, con un tasso di coinvolgimento del 5.30%; rispetto al 1.10% della piattaforma Instagram. Proprio per questo motivo, in Italia le PMI soprattutto, e moltissime aziende del mondo investono su un pubblico giovane, capace di utilizzare TikTok. 

TikTok respinge le accuse del governo cinese e punta ad avere una Borsa autonoma

Ma le continue restrizioni dovute alle accuse mosse da parte delle autorità mondiali di utilizzare i dati sensibili degli utenti a beneficio del governo cinese, hanno registrato una perdita operativa nel 2021 pari a 7.15 miliardi di dollari. Ciò nonostante, il gruppo ByteDance, proprietario della piattaforma, nello stesso anno ha generato un fatturato di 61.7 miliardi con una crescita del +80% rispetto al 2020; mentre alla fine del 2022 l’incremento è stato del 30%, per un totale di 85 miliardi. 
Il valore complessivo dell’azienda cinese, per nulla intenzionata a lasciare le redini di TikTok a Walmart, né a lasciarsi condizionare dalle “lusinghe” di Oracle, si stima possa superare i 300 milioni di dollari. Superati i problemi politici che ruotano intorno alla questione dei dati, e liberalizzato il suo utilizzo nei Paesi più coinvolti in questa causa (USA e India soprattutto), TikTok potrebbe presto avere una propria quotazione in Borsa e diventare uno degli investimenti più proficui dell’ultimo ventennio per i potenziali compratori di azioni. ©

📸 Credit: Unsplash

Giornalista pubblicista, amante del mondo del calcio. Laureato in Scienze Motorie Sportive all'Università degli Studi di Brescia, per il Bollettino mi occupo principalmente di sport, spettacoli e cultura.