domenica, 16 Giugno 2024
Sommario

Budget milionario da 294,7 milioni speso per l’addio di Harrison Ford nei panni del famoso archeologo Indiana Jones, cifra che stupisce se si considerano i 20 milioni spesi per I predatori dell’arca perduta (1981), i 28 per Il tempio maledetto (1984), 48 investiti per L’ultima crociata (1989) e  i 185 per il più recente Il regno del teschio di cristallo (2008).

Stime preoccupanti

Numeri che mettono il film d’azione all’ottavo posto nella classifica dei titoli più costosi di sempre, a fianco di colossi come Avatar (237 milioni), Avengers: Infinity War (316 milioni) e Avengers: Endgame (356 milioni). In flessione anche le previsioni al botteghino tra i 60 e i 70 milioni, un rendimento inferiore rispetto ai 100 milioni ottenuto con il quarto capitolo della saga, uscito nelle sale nel 2008.

Indiana Jones entra nel catalogo della Disney

Indiana Jones e il Quadrante del Destino sarà il capitolo finale di una saga che ha segnato una generazione di spettatori e che ancora oggi suscita curiosità e interesse anche tra i più giovani. Il film, inoltre, è il primo della “pentalogia”, a non essere stato prodotto direttamente da George Lucas, la cui società (Lucasfilm) è stata comprata dal colosso dell’intrattenimento Disney per 4,05 miliardi nel 2012. Oltre ad aver creato Indiana Jones, la Lucasfilm ha dato alla luce anche Star Wars, che ha generato un giro di affari tra i 27 e i 30 miliardi. 

Il patrimonio di Harrison Ford 

Harrison Ford oltre ad aver interpretato il protagonista Rick Deckard nel film di Ridley Scott Blade Runner del 1982 (il cui incasso ruota attorno ai 32,5 a fronte dei 28 milioni di budget investito), il suo rapporto con la Lucasfilm lo ha visto interpretare anche Han Solo in Guerre Stellari, guadagnando 25 milioni di dollari. Il sex symbol americano accompagna generazioni di spettatori in film iconici e oggi, secondo fonti ufficiali, il suo patrimonio ammonta a 270 milioni. Anche per questo Harrison Ford, nel corso della sua carriera, si è tolto qualche sfizio. Ne è un esempio l’acquisto della vettura DeLorean DMC-12, utilizzata per i viaggi fantascientifici nella trilogia Ritorno al futuro della seconda metà degli anni ’80, stimata per un valore di 541 mila dollari. ©

📸 Credit: Disney

Giornalista pubblicista, amante del mondo del calcio. Laureato in Scienze Motorie Sportive all'Università degli Studi di Brescia, per il Bollettino mi occupo principalmente di sport, spettacoli e cultura.