giovedì, 23 Maggio 2024
Sommario
ilbollettino-europa-league

Europa League e Conference League entrano nel vivo, con l’andata degli ottavi di finale. In corsa per la vittoria nelle due coppe continentali ci sono anche quattro italiane: l’Atalanta, il Milan e la Roma in Europa League e la Fiorentina in Conference League. Le avversarie saranno: lo Sporting Lisbona (sorteggiato contro l’Atalanta); lo Slavia Praga avversario del Milan; il Brighton di De Zerbi, che giocherà contro la Roma; il Maccabi Haifa, atteso dal confronto con la Fiorentina. 

Il campo dirà la sua verità e stabilirà chi passerà il turno, conquistando anche gli 1,8 milioni di euro che spettano a chi si qualifica ai quarti di finale di Europa League e gli 1,2 milioni che andranno a chi supererà il turno in Conference League. Ma qual è il valore delle rose delle avversarie delle italiane?

L’Europa League ha già portato 4 milioni all’Atalanta

Tra Atalanta e Sporting Lisbona, la partita del valore della rosa è appannaggio degli uomini di Gian Piero Gasperini: 330,60 milioni di valore complessivo contro i 302,28 dei portoghesi. La sfida mette a confronto alcuni dei giovani gioielli più interessanti (e costosi) sul panorama europeo: per lo Sporting i nomi caldi sono quello dell’attaccante 25enne Viktor Gyokeres e del difensore Ousmane Diomandè, 20 anni, mentre nell’Atalanta brillano soprattutto Teun Koopmeiners e di Giorgio Scalvini. Chi passerà il turno incasserà 1,8 milioni: questi, per il club bergamasco, andrebbero a sommarsi ai 4 milioni già incassati per i risultati nella fase a gironi. 

Il Milan vale dieci volte più dello Slavia

Decisamente più “squilibrato” è il confronto dei valori tra la rosa del Milan, che vale 524,45 milioni, e quella dello Slavia Praga, quasi dieci volte inferiore (56,95 milioni il valore della rosa dei cechi). I rossoneri sono retrocessi dalla Champions League, dalla quale hanno incassato oltre 23 milioni di euro, e hanno dovuto disputare gli spareggi contro il Rennes, incassando complessivamente altri 1,7 milioni. 

Roma, l’ostacolo per l’Europa League è il Brighton di De Zerbi

Attraverso gli spareggi si è qualificata anche la Roma. I giallorossi, sulla carta, hanno una rosa meno costosa di quella del Brighton (gli albionici valgono 487,10 milioni, contro i 332,15 dei capitolini), che vedono nel 19enne Ferguson la propria punta di diamante. L’accesso ai quarti di Europa League, per la Roma (finalista sconfitta nella scorsa edizione), significherebbe arrivare a 5,5 milioni di premi complessivi. 

La Fiorentina punta a bissare il cammino dell’anno scorso

La Cenerentola delle coppe europee è tale anche dal punto di vista economico. La Fiorentina, che ha vinto il suo girone incassando (oltre ai 2,94 milioni garantiti dalla partecipazione alla fase ai gironi) dall’Uefa altri 2,7 milioni tra premi vittoria, bonus per il primo posto e premio per l’accesso agli ottavi. I viola, con la finale raggiunta (e persa contro il West Ham) nella scorsa edizione, incassarono circa 15 milioni: l’obiettivo è centrare – e superare – quella cifra. Non bisognerà però sottovalutare il Maccabi Haifa che, nonostante la un valore della rosa di soli 26 milioni contro i 246,90 dei viola, hanno ottenuto risultati importanti nel loro cammino europeo, fermando tra le altre il Villareal e il Panathinaikos. ©

📸 Credits: Pixabay.com

Laureato in Storia, entro in contatto con il mondo del giornalismo ai tempi dell’università attraverso testate locali, per le quali mi sono occupato soprattutto di sport, mia grande passione, ma anche di politica, attualità e temi sociali. Dal 2021 sono un giornalista pubblicista. Per Il Bollettino scrivo di sport.