sabato, 15 Giugno 2024
Sommario

Vacanze salate per chi sceglie la cultura. Ad attendere turisti e appassionati è un rincaro medio del 10% del prezzo dei biglietti dei musei. Nel mirino ci sono Roma, Firenze, Napoli, Venezia, Torino, Milano e Caserta (fonte ICOM, Organizzazione Internazionale dei Musei). Nel dettaglio, ci sono differenze significative tra città e città: Roma fa registrare un +28% rispetto al 2018, Napoli un +33%, i due luoghi più visitati di Milano e Caserta, rispettivamente il Cenacolo di Leonardo e la Reggia di Vanvitelli, mantengono inalterati i listini del 2022, mentre a Torino la Venaria Reale va in controtendenza, facendo pagare il biglietto 5 euro in meno rispetto al 2018 (da 25 a 20 euro il ticket all-inclusive).

I rincari più importanti nelle città d’arte italiane

Nella capitale l’inflazione ha colpito principalmente il Colosseo, +29% in quattro anni, e Castel Sant’Angelo (+21% rispetto al 2018); complessivamente, chi desidera visitare la città oggi rispetto a un anno fa spende il 2% in più. A Firenze gli aumenti raggiungono il 4% se paragonati a quelli del 2022, rispetto al 2018 si registra invece un +5%. Ma per gli Uffizi dal 2015 il prezzo del biglietto di ingresso è aumentato del 66%,anche se è stata introdotta la distinzione tra bassa e alta stagione, che ha reso più convenienti alcuni mesi dell’anno. 

La città della laguna è in perfetta media nazionale

Venezia registra un +10% dall’anno scorso. Lo stesso vale anche per la metropoli di Torino, con l’eccezione della Venaria Reale che ha diminuito il prezzo dei biglietti del 2018 (da 25 euro si è scesi a 20). A Napoli, aumenta del 20% il biglietto del Museo Archeologico Nazionale (da 15 a 18 euro), ma il rincaro più significativo riguarda Palazzo Reale, da 6 a 10 euro rispetto allo scorso anno (+67%). Fuori città è aumentato anche il ticket degli scavi archeologici di Pompei, da 15 a 18 euro (+13%). Nonostante i rincari dei biglietti il nostro Paese in accordo con il Ministero della Cultura mette a disposizione delle giornate gratuite per poter effettuare le visite, come ad esempio la prima domenica di ogni mese. Oltre alla classica “Domenica al Museo”, le altre date per poter usufruire del servizio sono il 25 Aprile, festa della Liberazione, il 2 Giugno per la Festa della Repubblica e il 4 Novembre (Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate).

Il paragone con i “colleghi” europei 

Il Louvre, il museo più famoso e frequentato della capitale francese, che ogni anno registra una media di 2 milioni e 825 visitatori, di cui molti turisti stranieri, offre il biglietto giornaliero singolo a 17 euro. Anche El Prado di Madrid, in Spagna, conta circa oltre 2 milioni e 892 mila visitatori, superando anche il record dei 3 milioni in tempi pre-Covid: il prezzo del ticket è di 15 euro. Il museo di Van Gogh di Amsterdam si mantiene sugli stessi numeri del 2022 (22 euro la visita guidata).

Due i musei gratuiti

Anche oltre continente, in gran parte dei luoghi d’arte i prezzi sono inferiori a quelli degli Uffizi o in generale dei musei italiani. Il biglietto per visitare l’Ermitage di San Pietroburgo è di 500 rubli, pari a 6,70 euro. Il Museum of Art Pudong di Shanghai, in Cina, che ogni anno conta 450 mila persone in media, applica un ticket giornaliero di 100 yuan, ovvero 13,70 euro. Prezzi all’incirca allineati per il Museum of Modern Art di New York, dove l’ingresso costa circa 25 dollari, 23,25 euro a testa. Infine il British Museum e il National Gallery, in Gran Bretagna, concedono ai turisti locali e stranieri un ingresso gratuito.

La classifica dei musei più cari nel 2023

  1. Museo degli Uffizi (Firenze): 25 euro 
  2. Museum of Modern Art (New York): 23,25 euro
  3. Van Gogh Museum (Amsterdam): 22 euro
  4. Palazzo Ducale (Venezia): 20 euro
  5. Museo Archeologico Nazionale (Napoli): 18 euro
  6. Scavi archeologici Pompei (Napoli): 18 euro
  7. Louvre (Parigi): 17 euro 
  8. El Prado (Madrid): 15 euro
  9. Castel Sant’Angelo (Roma): 15 euro
  10. Reggia di Caserta (Caserta): 14 euro
  11. Museum of Art Pudong (Shanghai): 13,70 euro
  12. Colosseo (Roma): 12 euro 

Il paragone con quelle più care nel 2018

  1. Museo Archeologico Nazionale (Napoli): 15 euro
  2. Scavi archeologici Pompei (Napoli): 15 euro
  3. Castel Sant’Angelo (Roma): 14 euro
  4. Palazzo Ducale (Venezia): 13 euro
  5. Museo degli Uffizi (Firenze): 12,50 euro
  6. Reggia di Caserta (Caserta):12 euro
  7. Colosseo (Roma): 8 euro ©

Giornalista pubblicista, amante del mondo del calcio. Laureato in Scienze Motorie Sportive all'Università degli Studi di Brescia, per il Bollettino mi occupo principalmente di sport, spettacoli e cultura.