venerdì, 23 Febbraio 2024

Digital wallet: bye-bye contante?

I digital wallet si evolvono, da semplice metodo per pagare tramite l’utilizzo di una carta di credito virtuale a un sistema che potrebbe persino contenere l’identità del possessore e altri documenti sensibili.

Le aspettative di crescita nel settore sono positive. Il loro utilizzo aumenta rapidamente grazie alla crescente adozione di pagamenti digitali, sia online che offline. I digital wallet, infatti, offrono una maggiore comodità e sicurezza rispetto ai tradizionali metodi di pagamento. 

Il ruolo degli smartphone è fondamentale in questo cambiamento, perché consentono ai consumatori di gestire i loro portafogli digitali in modo semplice e veloce. Le aziende tecnologiche come Google, Apple e Samsung cercano di espandere le funzionalità dei loro wallet per offrire un’esperienza di pagamento ancora più avanzata e sicura per i loro clienti.

Mentre, in Europa, la normativa eIDAS promuove la formazione di consorzi multinazionali finanziati da fondi comunitari per lo sviluppo dei digital wallet. L’obiettivo di questa normativa è garantire che solo l’utente sia proprietario dei propri dati, evitando che gli operatori privati ne traggano vantaggio.

Per ora quindi il futuro del settore resta incerto, in attesa di trovare un equilibrio tra tutela della privacy e sviluppo tecnologico. ©

Laureato in Economia, Diritto e Finanza d’impresa presso l’Insubria di Varese, dopo un'esperienza come consulente creditizio ed un anno trascorso a Londra, decido di dedicarmi totalmente alla mia passione: rendere la finanza semplice ed accessibile a tutti. Per Il Bollettino, oltre a gestire la rubrica “l’esperto risponde”, scrivo di finanza, crypto, energia e sostenibilità. [email protected]