domenica, 16 Giugno 2024

Quanti soldi girano negli esports?

Sommario
ilbollettino-esports

Il settore economico degli esports è in costante crescita, grazie all’aumento della popolarità dei tornei negli ultimi anni. In Italia, l’impatto economico generato è superiore ai 50 milioni di euro, con una platea di appassionati che coinvolge 1,6 milioni di persone.

Gli eventi sempre più visti

E l’attenzione sui singoli eventi, a livello globale, è sempre più alta, come dimostra il torneo internazionale di League of Legends del 2023, a cui hanno assistito 6,4 milioni di persone. E diverse grandi società hanno deciso di investirci, con le entrate da sponsor che nel 2023 hanno sfiorato i 900 milioni di dollari.

Gli sponsor

Proprio dagli sponsor arrivano generalmente la maggior parte dei guadagni dei professionisti degli esports, che percepiscono in media 75mila dollari l’anno. Altra fonte di guadagno dei pro player sono i montepremi dei tornei: il più ricco è quello di DOTA 2, che con i suoi tornei mette in palio 340 milioni di dollari.

I gamer più ricchi

In Italia, tra i circa 1500 pro player, il più ricco è Reynor (nome d’arte di Riccardo Romiti), campione di Starcraft II, che dai tornei ha incassato 750mila euro. Fuori dal Paese il record spetta al danese Johan “N0tail” Sundstein, con oltre 7 milioni.

L’economia dei videogiochi

Il settore contribuisce alla crescita dell’economia dei videogames: nel 2023 il volume di affari mondiale del comparto ha raggiunto i 200 miliardi di dollari, mentre in Italia ha fatto girare 2,3 miliardi di euro, con una platea di 13 milioni di persone coinvolte. ©

📸Credits: Canva

Laureato in Storia, entro in contatto con il mondo del giornalismo ai tempi dell’università attraverso testate locali, per le quali mi sono occupato soprattutto di sport, mia grande passione, ma anche di politica, attualità e temi sociali. Dal 2021 sono un giornalista pubblicista. Per Il Bollettino scrivo di sport.