giovedì, 20 Giugno 2024
Sommario
caro bollette

Il Governo stanzia 5 miliardi di euro per contrastare il caro bollette e il payback dei dispositivi medici. La nota del Ministero dell’Economia di ieri sera anticipa le novità presenti nella bozza del decreto legge che mira a ridurre l’impatto di luce e gas sul portafogli di cittadini e aziende. La novità principale riguarda l’introduzione del “bonus riscaldamento”, a cui potranno accedere tutti gli italiani. Ma il dl proroga anche diversi sconti e aiuti che sono in scadenza. Quali sono le nuove misure contro il caro bollette?

Le novità contro il caro bollette

Il prossimo inverno il caro bollette potrebbero pesare meno sulle tasche di cittadini e aziende. È l’indicazione che emerge dal Consiglio dei Ministri di ieri sera.

La novità principale che emerge dal decreto legge “Misure urgenti a sostegno delle famiglie e delle imprese per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale”, secondo quanto si apprende dalla nota del Ministero dell’Economia, è l’introduzione di un incentivo per tutti gli italiani, al fine di compensare le spese di riscaldamento.

L’incentivo al risparmio energetico sarà assegnato dal 1 ottobre al 31 dicembre 2023, secondo i criteri stabiliti dai Ministri dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e dell’Economia e delle Finanze. L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) avrà il compito di definire le modalità di applicazione e il valore del contributo erogato, che avrà una quota fissa differenziata in base alle varie zone climatiche.

Torna l’Iva al 5% per il gas

Il nuovo decreto legge sull’energia delineato ieri dal Governo per contrastare il caro bollette prevede diverse proroghe a misure previste da norme precedenti. Per quanto riguarda il gas, il documento estende la riduzione dell’Iva al 5% e l’azzeramento degli oneri di sistema al trimestre aprile-giugno.

La stessa aliquota continuerà ad essere applicata anche al teleriscaldamento e all’energia prodotta dal metano. Buone notizie anche per le famiglie con ISEE fino a 15.000 euro, che potranno beneficiare fino al 30 giugno del “bonus sociale”. Infatti, il Governo punta a prorogare lo sconto sulle bollette di luce e gas.

Si riduce, invece, del 35% rispetto allo scorso trimestre il contributo statale riservato alle persone che consumano fino a 5.000 metri cubi di gas.

Gli incentivi per le imprese contro il caro bollette

Arrivano buone notizie anche per le aziende sul fronte delle bollette di luce e gas.

In primo luogo, la bozza del dl “Misure urgenti a sostegno delle famiglie e delle imprese per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale” prevede la proroga al 30 giugno del sistema dei crediti d’imposta al 40 e al 45%. Gli aiuti contro il caro bollette sono riservati alle imprese che nel primo trimestre del 2023 hanno dovuto far fronte a un aumento dei costi energetici maggiore del 30% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Inoltre, le aziende agricole che nell’anno di imposta 2022 producono o immettono energia solare nella rete potranno beneficiare di una tassazione più favorevole. Le imposte per queste aziende ammonteranno infatti al minor valore tra il prezzo medio dell’elettricità, fissato da ARERA, e 120 euro per megawattora.

📩 [email protected]. Il mio motto è "Scribo ergo sum". Mi laureo in "Mediazione Linguistica e Interculturale" e "Editoria e Scrittura" presso La Sapienza, specializzandomi in giornalismo d’inchiesta, culturale e scientifico. Per il Bollettino mi occupo di energia e innovazione, i miei cavalli di battaglia, ma scrivo anche di libri, spazio, crypto, sport e food. Scrivo per Istituto per la competitività (I-Com), Istituto per la Cultura dell'Innovazione (ICINN) e Innovative Publishing. Collaboro con Energia Oltre, Nuova Energia, Staffetta Quotidiana, Policy Maker e Giano.news.